Home Consumatori Consumatori Genova

Coldiretti, due italiani su tre hanno scelto agosto per le ferie

0
CONDIVIDI
Coldiretti, due italiani su tre hanno scelto agosto per le ferie
Coldiretti, due italiani su tre hanno scelto agosto per le ferie

Coldiretti, due italiani su tre hanno scelto agosto per le ferie, nonostante i rincari scatenati per le tensioni e la guerra in Ucraina

Coldiretti, due italiani su tre hanno scelto agosto per le ferie, quest’estate 35 milioni gli italiani hanno deciso di passare le vacanze in viaggio, anche solo per qualche giorno: si parla di circa il 4% in più rispetto allo scorso anno.

È quanto emerge dall’analisi Coldiretti/Ixe divulgata in questo weekend di grande esodo verso le località di villeggiatura, che già dalle previsioni era stato contrassegnato con il bollino nero per gli automobilisti, a causa del forte rischio di lunghe code e disagi.

In questo scenario, per il 53% dei viaggiatori nostrani la durata della vacanza è inferiore alla settimana, mentre quasi un italiano su tre (30%) prevede di partire per un tempo che varia tra una e due 2 settimane.

Accanto a loro, secondo i sondaggi, un fortunatissimo 3% resterà in ferie addirittura oltre un mese. La durata media della vacanza, comunque, si attesta sui 9,8 giorni, mantenendosi “ancora distante dagli oltre 11 giorni del periodo pre-pandemia – sottolinea la Confederazione Nazionale Condiretti – benché in risalita rispetto al biennio precedente, che ha visto il turismo fortemente segnato dal Covid”.

“Le vacanze 2022 registrano una netta preferenza sulle mete nazionali – sottolineano Gianluca Boeri, Presidente di Coldiretti Liguria, e Bruno Rivarossa, Delegato Confederale – grazie a una maggiore prossimità ai luoghi di residenza, al desiderio di riscoprire le bellezze d’Italia o alla voglia di ritornare in posti già conosciuti, dove ci si è trovati bene negli anni precedenti e si è più tranquilli rispetto ad ambiente, servizi e persone.

Con il caldo poi, il mare si conferma in testa alla classifica delle mete preferite, seguito da campagna e parchi naturali, che contendono alla montagna il secondo posto.

E la Liguria, celebre lembo di terra incorniciato tra terra e mare, ricca di storia e di luoghi naturalisticamente e culturalmente senza eguali, riesce ad accontentare proprio tutti. Recuperano terreno anche le città d’arte, come Genova, con il suo patrimonio artistico e culturale internazionale, presa d’assalto soprattutto dagli stranieri.

Particolarmente apprezzate sono anche le scelte alternative, per conoscere un’Italia cosiddetta “minore”, con ben il 70% degli italiani in vacanza dichiara di visitare i piccoli borghi, di cui la nostra Liguria è ricca, magari anche solo con una gita in giornata.

Tra gli svaghi preferiti dei turisti italiani, inoltre, quest’estate c’è la ricerca del cibo e del vino locali, diventata la prima voce del budget delle vacanze Made in Italy e Made in Liguria nel 2022, con circa un terzo della spesa per consumi al ristorante, street food o per l’acquisto di souvenir”.

“Nonostante le preoccupazioni per l’impennata dei prezzi e la crescita record dell’inflazione, la Liguria e i suoi circa 600 agriturismi ed ittiturismi – commenta poi Marcello Grenna, Presidente Terranostra Liguria – sono pronti ad accogliere i turisti.

Anche in una situazione come questa, infatti, i cittadini di tutta Italia continuano a scegliere i nostri territori e a vivere le esperienze proposte dai nostri agriturismi, con la cucina a km0 che continua ad essere la qualità più apprezzata.

A far scegliere gli agriturismi liguri, però, è anche la spinta verso un turismo di prossimità, con la riscoperta dei piccoli borghi e dei centri minori, servizi innovativi per sportivi, nostalgici, curiosi e ambientalisti, oltre ad attività culturali come la visita di percorsi archeologici o naturalistici o wellness”.