Home Cultura Cultura Genova

Bosnia Erzegovina prima partecipazione a Euroflora 2021

0
CONDIVIDI
Bosnia Erzegovina prima partecipazione a Euroflora 2021

Avviato l’iter per la prima partecipazione del Paese Balcanico alle floralies genovesi.

Una calorosa stretta di mano tra l’Ambasciatore in Italia Slavko Matanovic e il presidente di Porto Antico di Genova Spa Mauro Ferrando ha posto oggi a Genova, nell’ambito dei lavori del Business Forum organizzato dall’Ambasciata di Bosnia Erzegovina presso la Repubblica Italiana e il Consolato Onorario per la Liguria, le basi per la prima partecipazione del Paese balcanico nella storia ultra-cinquantennale delle floralies genovesi.

“Ci metteremo al lavoro per aderire all’invito di Euroflora nel migliore e più fruttuoso dei modi -ha dichiarato l’Ambasciatore Matanovic – Euroflora è un’opportunità straordinaria per portare la Bosnia Erzegovina all’attenzione di un pubblico attento alla conservazione dell’ambiente e della sostenibilità, un’occasione per far conoscere le bellezze dei molti parchi naturali e consolidare i rapporti esistenti con il florovivaismo italiano.

“Siamo onorati dell’attenzione dell’Ambasciatore – ha sottolineato Mauro Ferrando – e riteniamo che la partecipazione a Euroflora, evento simbolo della capacità dell’uomo di convivere e rispettare le straordinarie bellezze della natura, possa rappresentare il nostro benvenuto a un Paese così vicino e così impegnato nello sviluppo della sua economia. Un ringraziamento particolare va al Console onorario Rinaldo Marinoni per aver creato, in meno di due mesi dall’apertura della rappresentanza a Genova, un’occasione di collaborazione molto importante”.

All’incontro organizzato nella sede di Unicredit, dove decine di imprese liguri e del nord Ovest hanno incontrato una nutrita delegazione di imprenditori bosniaci, non sono mancati, nonostante la giornata di intenso lavoro per la gestione delle emergenze, il presidente di Confindustria Genova Giovanni Mondini,  l’assessore allo sviluppo economico della Regione Liguria Andrea Benveduti, il vicesindaco del Comune di Genova Stefano Balleari, il consigliere economico del Ministro degli esterni bosniaco  Saša Cekrlia e i rappresentanti dell’Agenzia per la promozione degli investimenti esteri della Bosnia Erzegovina, della Camera di Commercio con l’estero della Bosnia Erzegovina, dell’Agenzia per l’internazionalizzazione “Promos Italia” e dell’Agenzia ICE.