Home Sport Sport La Spezia

Bologna-Spezia, Italiano: Abbiamo iniziato male il match

0
CONDIVIDI
Italiano

Battuta d’arresto per le Aquile di mister Vincenzo Italiano, che cadono al “Dall’Ara” al termine di una partita complicata, indirizzata in favore dei padroni di casa fin dai primi minuti di gara. Al fischio finale, il tecnico aquilotto commenta così la prestazione della sua squadra: “Siamo partiti male, regalando un gol al Bologna, poi ci siamo ripresi e abbiamo reagito, col secondo gol però inevitabilmente è tutto si è fatto più complicato.

A sette giornate dal termine dovremo cercare di essere diversi da quanto dimostrato oggi, è stata una partita negativa, dove i nostri errori hanno condizionato la gara; penso che nel secondo tempo, con più attenzione, avremmo potuto tenere viva la partita, ma è andata così. Archiviamo e pensiamo già da ora alla sfida di mercoledì, non voglio fare drammi, abbiamo sbagliato questa sfida, sperando che nei prossimi impegni si limitino gli errori.

Sia dal punto di vista difensivo che qualitativo non siamo stati all’altezza, perché in diverse circostanze si sarebbe potuto fare meglio, parlo di entrambe le fasi, però ripeto, è stata una battuta d’arresto, ma non dobbiamo disperarci. Sarà importante tornare a proporre le nostre certezze già mercoledì, perché ci aspetta una gara difficilissima.

La squadra sta bene, fisicamente e mentalmente, lo abbiamo dimostrato nell’ultimo impegno, dove con una grande reazione abbiamo strappato tre punti contro il Crotone. Tra qualche giorno farà tappa al Picco la capolista, dovremo affrontarla con un atteggiamento diverso rispetto a quello odierno.

E’ possibile che oggi fossimo un po’ scarichi mentalmente, ma questo non deve assolutamente succedere, perché le giornate che mancano sono sempre meno e i punti sono sempre più decisivi. Volevamo uscire da Bologna con punti in tasca, non ci siamo riusciti, pertanto non ci resta che pensare a preparare al meglio la prossima gara. Faremo di tutto per mettere in difficoltà l’Inter e sbagliare il meno possibile”.