Home Cultura Cultura Genova

Benedetta Carro vince Disegno Genova 2019 4° edizione

0
CONDIVIDI
Benedetta Carro vince Disegno Genova 2019 4° edizione

Si è concluso il concorso di illustrazione e fumetto Disegno Genova 4° edizione.

Un’esposizione dei 22 lavori selezionati alla facoltà di Architettura da martedì 19 novembre con inaugurazione alle 17,30.

Oggi alle ore 17,30, si terrà la premiazione dei vincitori e si potranno ammirare i 22 lavori selezionati in una esposizione allestita a Genova, Facoltà di Architettura, Stradone Sant’Agostino 37, al 4° piano, in uno spazio prospicente al chiostro/giardino della facoltà. Contestualmente il Dipartimento di Architettura e Design esporrà anche i lavori di due corsi con i quali hanno lavorato sul tema del concorso. Molti ragazzi dei corsi hanno poi deciso di partecipare personalmente al concorso.

Interverranno diversi rappresentanti della rete organizzativa e i ragazzi premiati e partecipanti.

I lavori potranno essere visti, successivamente, sul sito www.smackcomics.it

Il tema della 4° edizione del concorso è “Genova 2029 – Una città a misura di bambina/o?”, iniziativa in occasione della celebrazione dei 30 anni della Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza / New York – 20 novembre 1989.

I primi tre classificati al concorso sono

1° classificato Benedetta Carro

“La chiave” / digitale /

Arenzano (GE)

2° classificato Tiziana Iorio

“Right City” /  disegno digitale con Adobe Illustrator /

Albisola Superiore (SV)

3° classificato Federico Leopoldo Roi

“Infanzia e città – Crescere insieme” / digitale /

Recco (GE)

Soddisfatta la rete organizzativa della buona partecipazione.  I selezionati finali sono stati 20, come deciso precedentemente dall’organizzazione come numero massimo, e 2 premiati con una menzione speciale dell’Ordine degli Architetti di Genova.

La maggior parte dei concorrenti sono da Genova ma anche una buona parte da Liguria e il resto d’Italia.

Dopo una preselezione, fatta da alcuni esponenti delle realtà aderenti, i giurati sono stati chiamati ad esprimersi su 48 lavori ai quali hanno assegnato, ad ognuno, un voto da 0 a 10. La somma dei voti ha determinato la posizione delle diverse opere, votate con l’anonimato delle opere stesse (non si aveva il nome dell’autore).

I premi, garantiti dall’organizzatore, dalla Scuola Internazionale di Comics e Costa Edutainment rendono anche un concreto omaggio ai vincitori, in particolare il primo premio sarà di 1000 euro, una quota ad un corso annuale della Scuola Internazionale di Comics di Genova, 1 biglietto nominale Acquariopass che vale per un anno… fino a 365 entrate, all’Aquario di Genova con ulteriori offerte specifiche. Il 2° e 3° classificato avranno un biglietto Acquariopass. Tutti i 22 selezionati avranno pubblicazione su sito e social dell’organizzazione e verranno coinvolti in esposizioni o mostre.

Il concorso ha appassionato le diverse realtà della rete e ha prodotto una serie di lavori che variano da “indicazioni concrete” o suggestioni sul futuro della città, ad immagini evocative, da visioni di una città per i bambini e adolescenti a rappresentazioni di un ipotetico vissuto dei più piccoli.

Il concorso è organizzato da UNO di Enrico Testino, realtà organizzatore di SMACK!, Fiera di Comics e Games di Genova

La giuria è stata composta da

Presidente di Giuria: Dott.ssa Serena Bertolucci – Direttore Fondazione Palazzo Ducale

Giurati:

Dott.ssa laura Livi – Blue Monkey Studio

Arch. Silvia Pericu – Dipartimento Architettura e Design / Università di Genova

Arch. Paola Gambaro – Fondazione Labò

Dott. Gianfranco Marcucci – Presidente Jonas Genova

Dott. Luca La Spisa – Coordinamento Ligure per i Diritti dell’Infanzia e Adolescenza

1 referente di Scuola Chiavarese del Fumetto

Mario Checchia – Direttore Scuola Internazionale di Comics di Genova

Disegno Genova ha coinvolto realtà del campo dell’illustrazione e fumetto, urbanistica e architettura, Diritti e educazione dell’infanzia i tre temi che animano il concorso.

Perchè il tema di quest’anno?

Sempre di più, nella storia odierna del mondo, si è imposta come “Costituzione” planetaria la Dichiarazione dei Diritti Umani e tutte le “carte” che evidenziano, tutelano, promuovono i Diritti Umani Universali.

Nel 1989, a New York, all’ONU veniva promulgata la Dichiarazione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza che non solo identifica ed esprime tutta la gamma di temi su cui attivare e verificare il rispetto dei Diritti verso l’Infanzia ma deve diventare anche la “bussola”, il riferimento per nuove leggi, ordinamenti, progettazioni che tengano conto dell’età dell’Infanzia e Adolescenza.

La Dichiarazione venne poi ratificata come legge nella quasi totalità, 196, degli stati del mondo e in Italia nel 1991.

La Dichiarazione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza deve quindi essere di ispirazione anche nel progettare e pensare una città, nel creare spazi che diano futuro e abitabilità fisica, culturale, sociale ai bambini/e e ragazzi/e.

Genova è una città che sta conoscendo un lungo periodo di forti difficoltà e trasformazioni. E’ nella regione più anziana del mondo, ha cambiato in maniera radicale parte della propria identità negli ultimi decenni e sta cercando energie, idee, forze per una ulteriore rigenerazione. Gli ultimi, tragici, avvenimenti del crollo del Ponte Morandi hanno evidenziato ed espresso ancora di più i rischi e le fatiche di questa fase storica.

Genova, ora, ha più che mai bisogno di vitalità, di immaginarsi, di smuovere energie e proiettarsi in un futuro più vivibile. Con Disegno Genova abbiamo, col nostro possibile contributo, voluto partecipare alla costruzione di un immaginario condiviso e in direzione di un futuro migliore.