Home Cronaca Cronaca Genova

Ancora allerta in Liguria, ieri la pioggia gelata ha chiuso l’A26

0
CONDIVIDI
Il fiume Entella all'altezza di Carasco

Ancora maltempo in Liguria con pioggia, neve, vento di burrasca, mare agitato e galaverna.

La neve si è concentrata soprattutto nell’entroterra, mentre lungo la costa ha piovuto.

Ieri sera la galaverna ha creato non pochi disagi alla circolazione lungo le strade. In particolare sul tratto piemontese dell’A26, dove l’autostrada è stata chiusa per pioggia gelata nei pressi di Ovada.

Inoltre, i venti hanno subìto rinforzi specie sul Levante dai quadranti meridionali con raffiche fino a 90 km/h a La Spezia e 150 Km/h a Casoni di Suvero (entroterra Val di Vara).

Il moto ondoso, in aumento, ha raggiunto l’altezza d’onda significativa di 3 metri in corrispondenza della Boa di Capo
Mele.

Alla luce di quanto accaduto finora e delle uscite modellistiche serali, gli esperti di Arpal ieri hanno nuovamente modificato l’allerta meteo.

Pioggia. L’allerta arancione è attiva sui bacini medi E e grandi di C e viene prolungata fino alle 12 di oggi, sabato 2 febbraio. A seguire allerta gialla fino alle 15. Per quanto riguarda i bacini piccoli sempre di C, permane l’allerta gialla fino alle 15 di oggi.

Neve. Nessuna interruzione dell’allerta gialla per neve sui comuni interni di B e nelle zone D ed E che proseguirà fino alle 18 di oggi.

Per il resto delle allerte, sia nivologica che idraulica, nessun cambiamento rispetto a quanto stabilito.

Le piogge che stanno cadendo sul territorio regionale sono state, come previsto, generalmente diffuse e persistenti. Tuttavia, stamane a Genova si sono affievolite e ha smesso di piovere.

I corsi d’acqua principali hanno mostrato innalzamenti un po’ su tutta la regione, ma in particolare su C e, in misura minore, su A.

Gli idrometri posti sul bacino del Magra, nello spezzino, hanno superato in alcuni casi la soglia relativa al livello di guardia. Tuttavia, non sono attese criticità legate ad esondazioni dell’asta principale.

Per quanto riguarda la neve, si sono registrate deboli nevicate a bassa quota sulla zona D, l’interno delle zone A e B e la parte occidentale di E. Tuttavia, le precipitazioni a carattere nevoso nell’interno di B, su D e parte occidentale di E, stanno
gradualmente lasciando il posto alla pioggia con quota neve in rialzo.

Ricordiamo la suddivisione complessiva in zone del territorio regionale.

A: Lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la Valle del Centa

B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e alta Val Bisagno

C: Lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Valfontanabuona e Valle Sturla

D: Valle Stura ed entroterra savonese fino alla val Bormida

E: Valle Scrivia, Val d’Aveto e val Trebbia.

(foto e video: Osservatorio Raffaelli).