Home Politica Politica Genova

Amministrative, Barbara Grasso un avvocato per Genova

0
CONDIVIDI
Amministrative, Barbara Grasso un avvocato per Genova
L'avvocato Barbara Grasso

Alla sua prima esperienza elettorale, facciamo quattro chiacchiere con Barbara Grasso, 51 anni, avvocato civilista del foro di Genova.

Barbara, come abbiamo già detto, è alla sua prima esperienza elettorale, ma estremamente esperta dell’amministrazione pubblica genovese.

E’, infatti, consulente del Comune di Genova come senior consultant in ambito Smart mobility. E’, inoltre, presidente del comitato etico della rete degli Ambasciatori di Genova ed è, da quattro anni, nel consiglio direttivo dell’Associazione Smart City.

Barbara Grasso nella lista civica Genova Domani

La sua decisione di presentarsi nella lista civica Genova Domani, che sostiene il candidato ed attuale sindaco Marco Bucci, è chiara, come lei stessa ci dice.

“Marco Bucci – spiega Barbara Grasso – è una persona operativa che ha tanta voglia di fare per la città e personalmente, mi rispecchio in pieno in queste prerogative e vedute.

Mi ha entusiasmato per tutto quello che mi ha raccontato e per i suoi progetti e mi sono resa conto che quello che ha  fatto, ma anche la parte progettuale e futura, è proprio quello che sognavo per Genova.

Inoltre, come ho già fatto in passato con la pubblica amministrazione, in questo modo, ho avuto e avrò, se i cittadini me lo permetteranno, la possibilità di applicare quello che ho imparato nel mio lavoro.”

“Queste fondamentalmente le motivazioni della mia candidatura in questa lista, precisa Barbara Grasso. Sono una tecnica, non sono una politica e Genova Domani, è caratterizzata proprio da questo: essere una lista civica in cui sono convogliate varie realtà, tra cui tecnici, ma anche persone della società civile.”

“In qualità di presidente del comitato etico della rete degli ambasciatori di Genova ho avuto, inoltre, il modo di comprendere veramente il progetto di questo sindaco che è quello di portare Genova al di fuori dei confini europei che, tra l’altro, è proprio la finalità della stessa rete degli ambasciatori.”

“Io adoro la mia città: sono genovese da oltre sette generazioni. Quello che è oggi e sarà, sicuramente per sempre, è vedere una città migliore.”

“In questi 5 anni di governo della giunta Bucci sono state fatte tante cose. Bisogna capire di base che la peculiarità e la capacità del sindaco, è quella del fare.

E’ un grande manager, non è prettamente un politico, ma è un esecutivo.

Barbara Grasso: La città ha cambiato volto

La città ha completamente cambiato volto e sta cambiando volto. I progetti sono tantissimi, primo fra tutti il Waterfront, un progetto magnifico che cambierà l’aspetto in entrata della città.

C’è ancora, però, tantissimo da fare. Abbiamo una visione di una città con una mobilità molto più semplice, molto più rapida, pur in una città morfologicamente complicata.

La mia collaborazione con smart mobility mi ha portato, infatti, a comprendere maggiormente tutte le difficoltà che ci sono e ce ne sono tantissime.

Dal di fuori, mi rendevo conto di tale cosa, ma quando si entra dentro questa Pubblica amministrazione, si comprende fino in fondo quali sono i problemi giganteschi da risolvere.

E ci si rende anche conto, che tante volte vengono fatte critiche senza sapere esattamente, quanto sia complicato risolvere, tali problemi.

Barbara Grasso: una città verde e una mobilità elettrica

La mia idea di città è quella di una città verde, verdissima. Infatti già su questo si è intervenuto: c’è una quantità di verde, superiore a quello di cinque anni fa ed è molto più pulita.”

“A proposito di mobilità, l’idea di riuscire, in qualche modo, a convincere i genovesi, a lasciare le macchine fuori dalla città, consentirebbe, con una viabilità e i trasporti pubblici migliorati (questo è uno dei progetti primari che ha in testa il sindaco), di muoverci, intanto in elettrico, e di muoverci più agilmente con gli stessi servizi pubblici.

In questo modo avremo una città più pulita, più snella, più veloce, più verde, con più parchi.

Una città che vorrei vedere nei prossimi cinque anni e per la quale mi piacerebbe tantissimo poter collaborare.”

“La collaborazione con i cittadini è, però, fondamentale – precisa Barbara Grasso – remare nella stessa direzione, è importante.

Ascoltare i cittadini

Tra le mie priorità metto quella di ascoltare i cittadini. E’ fondamentale ascoltarli, capire esattamente quali sono le problematiche.

Magari non è possibile comprenderle tutte, ma nel momento in cui noi realizziamo quello che ci viene consigliato, bisogna fare una cernita dei consigli più diffusi e risolvere le problematiche presentate.

Ad esempio parlando della pulizia della città, in tanti si lamentano, che la città non è pulita come dovrebbe essere. Ma molte volte non è così. L’Amiu sta facendo un lavoro onesto e migliorato notevolmente che a volte viene  invalidato da alcuni incivili.

Per questo motivo dobbiamo cercare tutti di mantenere più pulita la nostra Genova.”

“Infine – conclude Barbara Grasso – a proposito degli spostamenti e della mobilità pubblica ci sono grandi progetti, quali il prolungamento della metropolitana, ma non solo.

Si sta tendendo in ogni modo verso il sistema elettrico che è la finalità principe.

Cerchiamo di utilizzare il più possibile i mezzi pubblici, compatibilmente con quello che è il servizio che verrà sicuramente migliorato nei prossimi anni.”