Home Sport Sport Savona

A Villanova rimandata la festa per i 30 anni del Ruote d’Epoca

Abbiamo incontrato il presidente Augusto Zerbone che spera, finita l' emergenza Coronavirus, di poter rispettare il bellissimo calendario che "Ruote d'Epoca Riviera dei Fiori" aveva previsto per il 2020.

0
CONDIVIDI
Un gruppo di soci del Ruote d'Epoca in festa

SAVONA – Il Coronavirus blocca anche tutte le attività delle associazioni culturali e sportive. A Villanova d’ Albenga si doveva svolgere la grande festa per celebrare il trentesimo anniversario di fondazione del Club “Ruote d’epoca- Riviera dei Fiori”. Purtroppo l’ emergenza Coronavirus ha costretto gli organizzatori a rimandare l’evento a data da destinarsi.

Il sodalizio motoristico, che all’inizio partì dalla passione di un piccolo nucleo di appassionati fra cui spiccavano i fratelli Augusto e Giancarlo Zerbone, è attualmente l’associazione sportiva che conta il maggior numero di iscritti della provincia savonese, oltre 16 mila. Augusto Zerbone è il presidente di questo importante sodalizio.

Per la festa era previsto il pranzo annuale e l’ arrivo nel piazzale antistante la sede del club di più di 50 fra moto ed auto storiche: dalle Fiat 500 alle Balilla, dalle classiche vetture di grossa cilindrata come Ferrari, Porsche, Lamborghini e Lancia, alle più piccole Abarth, che erano attese a Villanova con i loro proprietari, oltre che da tutta la Liguria e dal Basso Piemonte anche da altre regioni ed alcuni anche dall’estero.

“Il 2020- ci ha detto il presidente Zerbone- per il nostro sodalizio doveva essere importante non solo per il trentennale del nostro club, ma anche per tutta una serie di eventi e manifestazioni, ben quaranta, che avevamo preparato. Questa emergenza purtroppo potrebbe stravolgere tutto. Il nostro programma infatti prevedeva, a partire da maggio, raduni, concorsi, mostre, rievocazioni, gite, omologazioni, moto show, tutte date che speriamo possano essere confermate. Speriamo che la situazioni ritorni al più presto alla normalità. Confideremmo in questo caso di poter realizzare ciò che avevamo programmato. Il Ruote d’epoca villanovese conta migliaia di iscritti, residenti non solo in Liguria, ma anche in tutta Italia ed all’estero, mentre sono sempre più coloro che sono orgogliosi di possedere un’ auto storica. Ogni nostra iniziativa, o manifestazione contiamo che serva a contribuire a divulgare la cultura della Moto e dell’Auto d’epoca e sia anche una occasione per conoscere nuovi luoghi e riflettere. I nostri aderenti sono tanti e sono diventati anche con gli anni sempre più appassionati a questa stupenda forma di attività culturale e sportiva”.

Attualmente a coadiuvare alla guida del club il presidente Zerbone ci sono: Tino Bologna (vice), Marco Braghini (tesoriere), Renato Bellora (segretario), Marco Braghini, Claudio Tonet ed Alessandro Zerbone (consiglieri). Mentre il comitato etico è formato da Rocco Campisi,
Massimo De Palo, Gino Calleri, Carlo Nantron, Massimo Zunino, Carlo Alberto Biffi, Enzo Piraldo, Gabriele Chiazzaro, Enzo Giordanengo e Massimo Bonecchi.
CLAUDIO ALMANZI