Home Cultura Cultura Savona

A Vado Ligure due iniziative online per il 25 aprile

0
CONDIVIDI
A Vado Ligure due iniziative per il 25 aprile

In occasione del 25 aprile il Comune di Vado Ligure celebra la data con due eventi social: “Territori resistenti” e “Canzoni resistenti”.

TERRITORI RESISTENTI (3 VIDEO RACCONTI – PUBBLICATI ONLINE IL 23/24/25 APRILE 2021 ALLE ORE 18,30)

CANZONI RESISTENTI (CONCERTO ONLINE DEI LIGURIANI 24 APRILE 2021 ALLE ORE 21,00)

“TERRITORI RESISTENTI – Storia ed evoluzione del territorio di Vado Ligure dalla Resistenza ad oggi.”
Docufilm in tre puntate, online alle 18.30 il 23-24-25 APRILE 2021.
In occasione delle celebrazioni del 76° anniversario della Liberazione dal nazifascismo verrà diffuso un documentario girato in alcuni dei posti salienti della storia della resistenza vadese raccontati direttamente nei luoghi dove avvennero ma non in modo statico, bensì avvicinandosi, camminando lungo strade e sentieri per far rivivere le sensazioni che ragazzi di 80 anni fa hanno provato.
Non solo città o cippi ma anche sentieri, fasce, panorami che dominano sulla città e sul mare, quei luoghi dove tanti si dovettero rifugiare e combattere. La ricostruzione non sarà solo la mera ripetizione del fatto storico ma soprattutto uno sforzo per far capire che i nostri nonni erano esattamente come noi, con le stesse speranze, paure, sogni ma davanti a qualcosa di troppo grande per non lasciare il segno.
La storia infatti, intesa come semplice ripercorrere date e fatti avvenuti in epoche via via più lontane, rappresenta un rischio concreto di perdita del senso della memoria come valore di appartenenza e di senso della comunità.
I fatti della seconda guerra mondiale sono sempre più distanti dalla realtà di oggi e i suoi testimoni scompaiono lentamente, lasciandoci il compito sempre più difficile di ricostruire, tramandare ma soprattutto capire la storia.
Il passare del tempo implica anche un’evoluzione del territorio, delle nostre abitudini, del lavoro al punto che, per molti versi, quello che abbiamo oggi potrebbe apparire quasi irriconoscibile ad un vadese di 70 anni fa.
Evolvere non vuol dire peggiorare: se un luogo cambia è perché esistono delle necessità e un nuovo modo di vedere e vivere il territorio.
L’industria, l’agricoltura, il modo di abitare sono cambiati e continuano a farlo in modo impercettibile ogni giorno. Poter avere un punto di riferimento per vedere quanto questo scostamento sia forte e poter quindi immaginare le possibili direzioni verso cui stiamo andando è molto importante ed è una delle funzioni dello studio della storia.
Insieme a questo, a nostro avviso, è altrettanto importante far conoscere il territorio e le sue potenzialità, perché è un’azione di presa di coscienza per l’intera comunità, che permette anche di contestualizzare fatti storici che spesso sono relegati a poche righe sui libri di storia.