Home Consumatori Consumatori Genova

A Multedo pesce grosso mangia pesce piccolo?

Il sodalizio di pescatori della Spam di Multedo che conta 57 soci e svolge una intensa attività sportiva, sociale e di volontariato è a rischio chiusura.

0
CONDIVIDI
L' incontro col presidente Lombardi (Foto Daros)

Genova. Nel Municipio VII Genova Ponente c’è una benemerita realtà sportiva e sociale che rischia di essere ingoiata da un’altra realtà imprenditoriale più dinamica un po’ come in mare avviene quando il pesce più grande mangia quello più piccolo. Ma i soci della Spam, è questa la associazione in questione, vogliono dare battaglia e sperano ancora di sopravvivere.

Da anni organizzano corsi per avvicinare i giovani alla pesca, lezioni sul mare per i bambini e gli allievi delle scuole elementari e medie, progetti in collaborazione con il Museo Civico di Archeologia e di sostegno per i disabili, insomma una intensa attività sociale e sportiva. La SPAM (Società Pesca Amatori Mare) di Multedo, sodalizio che da 38 anni si da da fare ed opera con passione nel tessuto genovese ora intravvede il rischio di chiudere.

“Il nostro gruppo- ci ha spiegato il presidente Martino Lombardi- è nato nel 1982 per dare l’opportunità agli appassionati di pesca, soprattutto più anziani, di riunirsi e di trovare un luogo di aggregazione. Così è stato per 38 anni e lo è tuttora, ma adesso questa nostra realtà, che è una vera e propria oasi di pace e bellezza del litorale del territorio ponentino genovese, a fine 2021 potrebbe chiudere”.

Infatti la concessione che autorizza le attività della SPAM di Multedo potrebbe non essere più rinnovata dopo il 2021, cosa che inquieta non poco i 57 soci del sodalizio sportivo genovese.

“Abbiamo capito che la SPAM – ci ha spiegato con amarezza Marina Daros, una delle socie più preoccupate- per la visione della politica attuale non rappresenta una realtà da tenere in considerazione e che si vorrebbe in futuro trasformare l’area dove sorge la nostra associazione in un luogo che sia più al passo con i tempi. Ma noi vorremmo sopravvivere al mutare dei tempi, in fondo siamo solo una sessantina di soci, ma rappresentiamo qualche centinaio di famiglie e vorremmo restare l’ oasi attiva, semplice e sincera che siamo sempre stati”.

Ma approfondiamo meglio quali siano le attività che il benemerito sodalizio marinaro svolge da quasi 40 anni.
“La Società Sportiva Dilettantistica Amatori del Mare di Multedo – prosegue Lombardi- sviluppa da più di 25 anni una intensa attività sociale, di pesca sportiva, di educazione ambientale e di avviamento alle discipline del mare. L’ attività di educazione ambientale si sviluppa attraverso la collaborazione con i diversi Circoli Didattici ed Istituto scolastici che ne fanno richiesta”.

E sono già stati più di diecimila i bambini e ragazzi delle scuole non solo liguri, ma anche lombarde e piemontesi che hanno fatto visita alla sede ed alla spiaggia di Via Ronchi.
Ogni anno sono infatti centinaia gli alunni che si recano presso la sede nautica per assistere con entusiasmo alle dimostrazioni relative alla scoperta delle varie forme di vita presenti nel mare, della variegata fauna marina.

“I bambini- conclude Lombardi- vivono una esperienza emozionante, interessante dal punto di vista didattico e sensoriale, proprio perchè possono vedere ed entrare a contatto con le riproduzioni dei pesci, dei crostacei, dei molluschi e di vari generi di vita marina. Ciò suscita in loro una grande curiosità, ne stimola l’ intraprendenza, l’ amore per la natura ed il desiderio di apprendere cose nuove”.

L’ attività della pesca sportiva coinvolge invece una ventina di agonisti affiliati alla FIPAS ed al CONI che partecipano a gare provinciali, regionali e nazionali. Ogni anno viene anche organizzato l’ ormai classico Trofeo SPAM, che rappresenta uno degli appuntamenti più importanti del calendario agonistico nazionale. La gara è anche stata prova di Coppa Italia e prova di qualificazione per i campionati nazionali.
CLAUDIO ALMANZI