Home Consumatori Consumatori Genova

A Chiavari chiuso un tratto di strada

0
CONDIVIDI
A Chiavari chiuso un tratto di strada
A Chiavari chiuso un tratto di strada

A Chiavari chiuso un tratto di strada a partire da domani, lunedì 30 agosto, per i lavori di sostituzione della rete fognaria.

A Chiavari chiuso un tratto di strada in Corso Lavagna.

Da lunedì 30 agosto verrà chiuso al traffico un tratto di corso Lavagna, compreso tra viale Kasman e via Aldo Gastaldi per provvedere alla sostituzione parziale della rete fognaria, per una lunghezza di circa 100 metri.

Il consigliere Paolo Garibaldi spiega quanto segue:

“La vita amministrativa deve proseguire, continuiamo a portare avanti i progetti che avevamo in cantiere e per i quali abbiamo lavorato insieme al sindaco nell’interesse pubblico, dai più piccoli interventi alle grandi opere.

Procediamo nel quartiere di Ri Basso, in corso Lavagna, dove la vecchia condotta fognaria, in gres di diametro di 200 mm, verrà smantellata e sostituita da una nuova in pvc posizionata nel centro della strada, risolvendo così le commistioni riscontrate sulla tubazione esistente presente sul marciapiede.

Per l’esecuzione delle opere si renderà necessaria la chiusura della via, ma verrà garantito, per quanto possibile, l’accesso ai residenti e alle attività commerciali.

L’intero intervento, finanziato da Ato su nostra richiesta, si aggira intorno ai 98 mila euro complessivi”.

Di seguito l’ordinanza.

PRESO ATTO 

che IREN Acqua Tigullio S.p.A. di concerto con il dipendente SETTORE V Servizi Tecnologici ha la necessità di effettuare interventi alle condotte e ai canali di scarico delle acque meteoriche in corso Lavagna;

SENTITO

per la società IREN Acqua Tigullio S.p.A. il responsabile dei lavori sig. Muzzioli Claudio, che richiede, al fine di eseguire l’intervento, l’interdizione della sosta e la chiusura al traffico veicolare di un tratto di corso Lavagna;

PRESO ATTO 

che i lavori in oggetto avranno inizio il giorno 30.08.2021 e si protrarranno per circa giorni 30;

CONSIDERATO 

che per l’esecuzione di tali lavori si rende necessario acconsentire a quanto richiesto onde permettere la sicura e completa esecuzione dei lavori medesimi;

VISTI 

l’art. 5, comma 3, e gli artt. 6 – 7 – 21 e 37 del D.Lgs. n. 285 del 30.04.92 nonché i relativi articoli del Regolamento al Codice della Strada;

DATO ATTO 

che l’istruttoria della presente ordinanza è stata svolta dal Commissario Ettore Stella in qualità di responsabile del procedimento che ne attesta la regolarità amministrative ex art. 147 bis del decreto legislativo 267/2000;

O R D I N A

Dalle ore 08.00 del giorno 30.08.2021 e fino al termine dei lavori sono in vigore le seguenti disposizioni relative alla viabilità e alla sosta.

In corso Lavagna, tratto compreso tra via Gastaldi e viale Kasman, è interdetta la circolazione veicolare ed è vietata la sosta, con rimozione forzata, a tutte le categorie di veicoli.

Il Comando Polizia Municipale potrà disporre ulteriori modifiche alla viabilità e alla sosta a seguito delle necessità che potranno sorgere durante l’esecuzione dei lavori.

Tale disciplina sarà resa nota al pubblico mediante collocazione di segnaletica mobile esplicativa.

L’impresa incaricata dell’esecuzione dei lavori dovrà attrezzarsi con idoneo materiale per consentire l’eventuale transito di mezzi di emergenza e provvederà ad installare e mantenere la necessaria segnaletica di cantiere e veicolare prescritta dal vigente Codice della Strada.

L’impresa resterà unica responsabile per danni a persone o cose che dovessero verificarsi per mancanza, insufficienza od inadeguatezza della segnaletica sollevando la Civica Amministrazione ed il personale da essa dipendente da qualsiasi pretesa e molestia anche giudiziaria.

AVVERTE

Che eventuali veicoli lasciati in sosta negli orari e nelle zone soggette a sgombero saranno rimossi a cura del dipendente Comando di Polizia Municipale. Che a carico dei trasgressori sarà proceduto a norma di legge. Che ai sensi dell’articolo 37, comma 3, del Codice della Strada, avverso la presente ordinanza è ammesso, con le modalità previste dalla vigente normativa, nel termine di 60 giorni dalla pubblicazione all’Albo Pretorio ricorso al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.