Home Cultura Cultura Genova

Volontari presidiano le uscite di scuola a Chiavari

0
CONDIVIDI
I volontari della Croce Verde all’uscita degli istituti scolastici per l’assistenza agli scolari chiavaresi

I volontari della Croce Verde all’uscita degli istituti scolastici per l’assistenza agli scolari chiavaresi

Entrata e uscita da scuola più presidiate grazie ai volontari della Croce Verde Chiavarese

Da domani si occuperanno di vigilare gli attraversamenti pedonali degli istituti cittadini nei due momenti di maggiore afflusso della giornata: da 20 minuti prima dell’orario di entrata degli alunni a 10 minuti dopo, da 10 minuti prima dell’orario di uscita a 20 minuti dopo.

Durante l’ultima seduta di giunta, è stata approvata da parte dell’amministrazione Di Capua la convenzione relativa allo svolgimento di tale attività di assistenza.

«Si tratta di un importante servizio di supporto all’attività del corpo di Polizia – spiega Giuseppe Corticelli, assessore con delega alla sicurezza, viabilità e Polizia Municipale – Con un doppio obiettivo: assicurare il presidio su un maggior numero di attraversamenti e consentire ai vigili di essere presenti, nella stessa fascia oraria, in alcuni incroci soggetti a traffico intenso nonché di avere una pattuglia disponibile per eventuali emergenze. I volontari della Croce Verde Chiavarese, oltre a contribuire alla sicurezza stradale controllando gli attraversamenti pedonali di asili, scuole elementari e medie, inoltreranno le opportune segnalazioni direttamente al comando».

Cinque le zone da loro sorvegliate, sia la mattina che il pomeriggio: via Sampierdicanne, via Fiume, via Prandina, vico Malpertuso ed infine piazza Matteotti, nei pressi degli attraversamenti dell’Auditorium San Francesco e del Caffè Defilla.

Prosegue l’assessore Corticelli «Grazie all’attività di volontariato e assistenza agli scolari, il personale della Polizia Municipale potrà concentrarsi su zone più trafficate, garantendo la sicurezza in piazza Sanfront e via Piacenza, all’incrocio di viale Millo e viale Arata, presso la rotonda di piazzale della Franca e in piazza N.S. dell’Orto, davanti alla stazione ferroviaria. Ci aspettiamo collaborazione da parte dei cittadini e delle famiglie, con eventuali suggerimenti per migliorare quanto predisposto».