Home Politica Politica Savona

Vaccarezza: sindaco Pd Albenga inaugura piazza Falcone e Borsellino, ma non invita Regione

0
CONDIVIDI
Angelo Vaccarezza ad Albenga

“Speriamo sia un caso. La scorsa settimana, nella frazione di San Fedele d’Albenga, è stata inaugurata la nuova piazza dedicata ai giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. L’area, oggetto di un importante intervento di restyling, oggi ha un parcheggio completamente asfaltato, marciapiedi con barriere architettoniche abbattute e un parco giochi per i bimbi residenti. Il valore finale dell’opera, è di 83.053,00 euro, con un contributo da parte di Regione Liguria di 55 mila euro. Significa che per 2/3 è merito di Regione Liguria. Nella normalità, quando si inaugura un’opera pubblica, si dovrebbero avere l’educazione e il rispetto di invitare chi ha contribuito alla realizzazione della stessa. Invece, l’amministrazione comunale ingauna non ha invitato nessuno della Regione Liguria, né tantomeno i Consiglieri rappresentanti di opposizione del Comune”.

Lo ha dichiarato oggi il capogruppo regionale di Forza Italia, Angelo Vaccarezza, che ha attaccato il sindaco del Pd Giorgio Cangiano per la presunta dimenticanza.

“Così, sorpresi ma non arresi – ha aggiunto Vaccarezza – questa mattina insieme al capogruppo di Forza Italia di Albenga Eraldo Ciangherotti e al consigliere del Consiglio di Amministrazione della Scuola Materna ‘Ester Siccardi’ Nicola Podio, abbiamo effettuato un sopralluogo sull’area. I lavori di riqualificazione miglioreranno la fruibilità di una zona che serve 80 famiglie circa. Il nostro ringraziamento va al Governatore Toti per l’importante contributo che ha permesso di portare a termine quest’opera. Certo è spiacevole, come si dice, farsi carico degli oneri ed essere messi da parte negli onori. Voglio pensare ad una semplice dimenticanza, assolutamente non voluta, da parte dell’amministrazione comunale, alla quale consiglio solo un pò più di cura nei rapporti con gli altri Enti che, come dimostrato in questa occasione, non guardano certo il colore politico ma il bene del territorio”.