Home Economia Economia Italia

Trading sul petrolio: Ritorno alle basi

0
CONDIVIDI
Trading sul petrolio: Ritorno alle basi

Il petrolio è una delle materie prime più importanti in tutto il mondo. Grazie alla sua natura versatile, il petrolio è usato in molte industrie come importante fonte di energia. Dai prodotti chimici come i profumi e i fertilizzanti, ai prodotti petroliferi come il catrame e gli oli lubrificanti, ai vari tipi di plastica, il petrolio è usato per molto più che il semplice carburante. In effetti, è stato persino definito come il sangue che scorre nelle vene del mondo, il che evidenzia quanto sia importante questa materia prima per il mondo. Dal punto di vista finanziario, il petrolio è una delle materie prime più scambiate sui mercati azionari, tuttavia il suo prezzo è molto suscettibile ai cambiamenti delle situazioni geopolitiche, al sentimento dei consumatori e degli investitori e alla domanda e all’offerta. Ne parleremo più avanti, ma per ora, diamo un’occhiata più da vicino al petrolio come materia prima, come viene scambiato sui mercati finanziari a ciò che può influire sul suo prezzo.

Tutto sul petrolio

Probabilmente hai sentito i termini petrolio greggio, petrolio Brent o petrolio WTI, ma forse non sai ancora cosa significa tutto questo. Quindi, facciamo una rapida panoramica per capire esattamente cosa sono questi termini e come si differiscono dal trading sul petrolio. Il petrolio viene estratto da diversi angoli del globo ed è quindi diviso in tipi specifici in modo da poter essere valutato in modo diverso. Il petrolio greggio si riferisce al petrolio fisico non raffinato che si trova nella sua forma naturale. Questo è diviso in due tipi, Brent Crude e West Texas Intermediate o petrolio WTI. Il petrolio contiene zolfo, che determina la quantità di raffinazione necessaria per convertire il petrolio in energia. Sia il Brent che il WTI hanno meno dell’1% di zolfo e sono quindi definiti “greggio dolce”, il che significa che sono più facili da raffinare ed è una buona opzione per produrre petrolio o carburante.

Il greggio Brent si riferisce al petrolio che viene estratto dai giacimenti di Brent e da altre zone del Mare del Nord. Il prezzo del Brent detta circa due terzi della produzione di petrolio greggio nel mondo, e il prezzo del Brent è usato come punto di riferimento per il petrolio greggio in Africa, Europa e Medio Oriente. Il petrolio WTI, come suggerisce il nome West Texas Intermediate, viene raffinato in Nord America, ed è quindi usato come punto di riferimento per il petrolio greggio sia in Nord che in Sud America. Il petrolio WTI è ideale per fare benzina, per questo quindi la sua domanda è alta.

Cosa influenza i prezzi del petrolio?

L’offerta e la domanda sono i fattori principali che possono influenzare i prezzi del petrolio, insieme ai fattori geopolitici. La domanda degli Stati Uniti e della Cina, in particolare, può influenzare il prezzo del petrolio, poiché questi paesi hanno una domanda massiccia di questa materia prima. Per capire l’effetto che l’offerta e la domanda possono avere sul petrolio, si pensi che in inverno la domanda di petrolio è minore, ma aumenta in estate, il che può avere un grande impatto sul prezzo del petrolio durante questi mesi. Per quanto riguarda l’offerta del petrolio, puo’essere futura e attuale sono entrambi fattori che influenzano il suo prezzo. L’offerta attuale è la produzione totale di petrolio in tutto il mondo, che è in gran parte controllata dall’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio, e quindi l’OPEC ha una voce importante nel prezzo del petrolio. L’offerta futura di petrolio dipende dalle riserve di petrolio e può essere raggiunta quando i prezzi del petrolio salgono troppo in alto, tuttavia sono in balia dei disastri naturali e dei cambiamenti meteorologici, tutti fattori che possono anche avere un effetto sui prezzi del petrolio. La pandemia del Covid-19 ha causato un grande sconvolgimento dei prezzi del petrolio, poiché la domanda di petrolio è andata in picchiata quando le fabbriche hanno chiuso e la gente è rimasta in casa e ha smesso di usare le automobili, causando un rallentamento proporzionale sia dell’attività economica che dei viaggi.

Trading sul petrolio con i CFD

Come abbiamo appena discusso, i prezzi del petrolio, sia il petrolio Brent che il petrolio WTI, sono in balia di una varietà di fattori, portando potenzialmente al tipo di volatilità che può presentare sia opportunità che rischi per i trader che si impegnano nel trading di petrolio in CFD. I CFD o contratti per differenza ti permettono di approfittare dei movimenti di prezzo di compagnie petrolifere come il WTI o il Brent – aumenti e diminuzioni – senza dover acquistare l’elemento sottostante (in questo caso il petrolio effettivo). Essenzialmente, stai facendo trading sulla volatilità, quindi se pensi che il prezzo del petrolio aumenterà, potresti aprire un’operazione ‘Buy’ o ‘ long’, ma se pensi che il prezzo del petrolio diminuirà, potresti aprire un’operazione ‘Sell’ o ‘ short’. In nessun momento state acquistando barili di petrolio.

Ma prima di lanciarti nel trading in CFD sul petrolio, dovrai trovare un broker. Fai un resoconto di ciò di cui hai bisogno in un broker prima di iniziare la tua ricerca, sia che tu stia cercando strumenti specifici, strumenti e caratteristiche di trading, o materiali educativi, e fai una ricerca di broker regolamentati in Europa. Passa in rassegna i risultati e scegli quello che fa per te. Inoltre, assicurati di controllare la pagina Facebook del tuo broker. I social media sono particolarmente importanti nel mondo finanziario, in quanto la pagina Facebook di un broker online potrebbe contenere alcune informazioni piuttosto utili tra cui approfondimenti sul trading, fatti finanziari divertenti e aggiornamenti dal vivo.

Speriamo che questo articolo sul trading sul petrolio con i CFD sia stato utile. Considerando il ruolo che il petrolio gioca nella nostra vita quotidiana, è sicuramente un campo interessante, specialmente alla luce del fatto che gran parte dell’attenzione di oggi è rivolta alle energie rinnovabili. Ti fa pensare al futuro e a come l’energia rinnovabile possa influenzare i prezzi del petrolio in futuro. Con il presidente degli Stati Uniti Joe Biden che spinge un programma ecologico in modo così aggressivo, sarà interessante vedere come il petrolio WTI e altre compagnie se la caveranno nei prossimi anni.

Vestle (precedentemente noto come iFOREX) è il nome commerciale di iCFD Limited, autorizzato e regolamentato dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (CySEC) con licenza n. 143/11. I materiali contenuti in questo documento sono stati creati in collaborazione con Vestle e non devono in alcun modo essere interpretati, in modo esplicito o implicito, direttamente o indirettamente, come una consulenza finanziaria, una raccomandazione o un suggerimento di una strategia di investimento in relazione ad uno strumento finanziario, in qualsiasi maniera. I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. 71.95% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Qualsiasi indicazione di performance passata o simulazioni di risultati passati inclusi in questo documento non è un indicatore affidabile di risultati futuri. Nota bene: i calcoli dei movimenti delle performance passati possono rappresentare i futures e non l’attività del sottostante.

Avvertenza: https://www.vestle.it/legal/analysis-disclaimer.html