Home Spettacolo Spettacolo Genova

Teatro G8 Project, Il mondo che abbiamo

0
CONDIVIDI
Teatro G8 Project, Il mondo che abbiamo
Teatro G8 Project, Il mondo che abbiamo

Teatro G8 Project, Il mondo che abbiamo ,in scena dal 19 al 27 ottobre gli ultimi 4 spettacoli della rassegna

Teatro G8 Project, Il mondo che abbiamo, una commedia politicamente scorretta, un dramma sociale ambientato in Giappone, un ritorno a Genova a distanza di venti anni, un viaggio simbolico nei sentimenti dell’Europa dal 2001 a oggi.

Concluse le repliche dei primi cinque spettacoli, sino al 27 ottobre la seconda parte della rassegna del G8 PROJECT Il mondo che abbiamo continua a offrire una grande varietà di storie e toni per raccontare il G8 di Genova e i primi venti anni del nuovo millennio, secondo l’espressa richiesta formulata dal direttore del Teatro di Genova Davide Livermore e dal dramaturg Andrea Porcheddu a nove autori internazionali, ciascuno in rappresentanza di uno dei Grandi presenti al G8 di Genova.

Così dopo Genova 21 di Fausto Paravidino, In situ della francese Nathalie Fillion, Dati sensibili di Ivan Vyrypaev nell’adattamento di Teodoro Bonci del Bene, Sherpa del drammaturgo tedesco Roland Schimmelpfennig con la regia di Giorgina Pi e Our Heart Learns del canadese Guillermo Verdecchia con la regia di Mercedes Martini, al Teatro Ivo Chiesa da martedì 19 a mercoledì 27 ottobre vanno ora in scena nella stessa sera Transcendance di Sabrina Mahfouz (Uk) con la regia di Serena Sinigaglia e a seguire Change le monde, Trouve la guerre del belga Fabrice Murgia, regia di Thea Dellavalle, mentre nelle stesse date al Teatro Gustavo Modena vengono presentati gli spettacoli Il vigneto del giapponese Toshiro Suzue, regia di Thaiz Bozano e Basta! della statunitense Wendy MacLeod, regia di Kiara Pipino.

Gli spettatori sono invitati a vedere nella stessa sera due spettacoli (la cui durata è di circa un’ora ciascuno), usufruendo di biglietti particolarmente vantaggiosi (due spettacoli nella stessa sera 18 euro). Ricordiamo che gli spettacoli del G8 Project possono essere acquistati anche con gli abbonamenti della stagione 21_22.

Quattro spettacoli per viaggiare avanti e indietro nel tempo. Parte dal 2001 per arrivare ai giorni nostri Transcendance di Sabrina Mahfouz. Adolescente ai tempi del G8 di Genova, la drammaturga anglo-egiziana mette al centro della propria pièce una coppia (interpretata da Lucia Limonta ed Edoardo Roti); gli stadi della loro relazione, unita a un’esplorazione delle droghe, usate di volta in volta per evadere dalla realtà, socializzare o essere più performanti, vogliono rappresentare gli stati d’animo attraversati dall’Europa stessa. Una visione poetica e danzante evidenziata dalla regia di Serena Sinigaglia.

In change le monde, trouve la guerre del belga Fabrice Murgia, autore e regista tra i più apprezzati in Europa, una donna ritorna a Genova dopo venti anni per confrontarsi con il trauma che ha sempre cercato di rimuovere e ritrovare sé stessa attraverso il dialogo con la diciassettenne che è stata. La regista Thea Dellavalle alterna il racconto degli attori Irene Petris, Alice Torriani ed Emanuele Righi alle immagini video di quei giorni.

Il giapponese Toshiro Suzue ci parla di globalizzazione, lavoro femminile, disuguaglianze, comunità attraverso la vicenda di quattro donne, costrette a cedere la piccola azienda agricola su cui avevano investito tante energie. Il vigneto, a tratti cechoviano, è stato scritto in continuo dialogo con la regista Thaiz Bozano e il gruppo di attrici, formato da Irene Villa, Melania Genna, Lisa Lendaro e Francesca Santamaria Amato.

Davide Mancini, Cristiano Dessì, Roberto Serpi, Marisa Grimaldo, Alessandro Pizzuti e Lisa Galantini sono gli interpreti di Basta! – commedia graffiante scritta da Wendy MacLeod. Nota per la sua capacità di strappare risate anche su temi difficili, l’autrice americana fa leva sull’assurdo e il politicamente scorretto per farci riflettere sui fatti realmente accaduti al G8 di Genova. Una scelta sottolineata dalla regia di Kiara Pipino, che si rifà all’immaginario dei Griffin e dei Simpson.

Di seguito calendario e orari degli spettacoli.

Al Teatro Ivo Chiesa  dal 19 al 27 ottobre

TRANSCENDANCE

di Sabrina Mahfouz, regia Serena Sinigaglia

con Lucia Limonta, Edoardo Roti

mar, mer, ven h 20.30, gio, sab h 19.30, dom h16

CHANGE LE MONDE, TROUVE LA GUERRE

di Fabrice Murgia, regia Thea Dellavalle

con Irene Petris, Emanuele Righi, Alice Torriani

mar, mer, ven h 22, gio, sab h 21, dom h 17.30

Al Teatro Gustavo Modena dal 19 al 27 ottobre

IL VIGNETO

di Toshiro Suzue, regia Thaiz Bozano

con Melania Genna, Lisa Lendaro, Francesca Santamaria Amato, Irene Villa

mar, mer, ven h 20.30, gio, sab h 19.30, dom h 16

BASTA!

di Wendy MacLeod, regia Kiara Pipino

con Cristiano Dessì, Lisa Galantini, Marisa Grimaldo, Davide Mancini, Alessandro Pizzuto, Roberto Serpi

mar, mer, ven h 22, gio, sab h 21, dom h 17.30