Home Spettacolo Spettacolo Genova

Teatro Comunale di Cicagna, si riparte

0
CONDIVIDI
Teatro Comunale di Cicagna, si riparte
Teatro Comunale di Cicagna, si riparte

Teatro Comunale di Cicagna, si riparte con Sandro Giacobbe in concerto, da Signora Mia a Il Nostro Tempo, un viaggio attraverso la sua musica

Teatro Comunale di Cicagna, si riparte con Sandro Giacobbe, dal suo primo brano Per tre minuti e poi… che uscì nel 1971, fino ai giorni nostri: dunque cinquant’anni 50 anni di carriera con canzoni popolari e romantiche che continuano a toccare il cuore.

Si parte proprio da Signora mia, brano del 1974 che lo rende celebre e con il quale  partecipa al Festivalbar scalando immediatamente le hit-parade nazionali fino a raggiungere i primi posti e dà il nome al primo album.

La canzone viene anche inserita nella colonna sonora del film di Lina Wertmüller Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto.

Attraverso Il giardino proibito del 1975 con il quale esce dai confini nazionali raggiungendo il primo posto nella hit spagnola ed in altri importanti Paesi del Sud America.

Nel 1976 avviene la prima partecipazione del cantautore ligure al Festival di San Remo dove, con Gli occhi di tua madre si classifica al primo posto della manifestazione che quell’anno si svolge  a squadre.

Nello stesso anno esce Io prigioniero che vincerà la prestigiosa Gondola d’Oro per il disco più venduto; proprio a Venezia presenta il suo nuovo singolo Il mio cielo e la mia anima.

Inizia anche a scrivere canzoni per l’infanzia, presentate allo Zecchino d’Oro. A cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta sforna un singolo di successo dopo l’altro, fino a Sarà la nostalgia del 1982. Ritorna al Festival di S. Remo con Primavera. Seguono poi, altri due album: Portami a ballare nel 1985 e Come va nel 1986.

Nel 1990 ancora Festival di Sanremo con il brano Io vorrei in coppia con il mitico gruppo America. Nel 1991 esce Sulla mia stessa strada, LP interamente scritto e composto dal cantautore.

Arriva nel 1993 uno dei lavori più interessanti di Sandro Giacobbe,  il cd Le donne, dieci brani scritti da lui,  testimonianza della crescente maturità artistica ed espressiva.

L’attività discografica si dirada, ci sono concerti e soprattutto iniziative di solidarietà con la Nazionale Cantanti, della quale è Socio fondatore, prima come difensore centrale e poi come allenatore.

Spesso Sandro Giacobbe ha fatto si che l’incasso dei suoi concerti fosse interamente devoluto ad Associazioni che si occupano di Volontariato

Nel 2008 il comico Antonio Albanese usa la sua hit Il mio cielo, la mia anima per il suo personaggio Cetto La Qualunque nel programma Che tempo che fa.

Fino ad arrivare all’ultimo singolo del cantautore genovese Il nostro tempo, uscito lo scorso aprile, preludio di un nuovo progetto scritto a quattro mani con la sua compagna Marina Peroni. Musica popolare, facile da cantare per questo singolo che è una iniezione di ottimismo, una finestra aperta sulla felicità, tornare ad abbracciarsi.

Un Artista che si esibisce con il suo gruppo, ripercorrendo un vasto percorso musicale tra le canzoni che hanno accompagnato la sua stessa esistenza e quella di almeno altre tre generazioni.

Un augurio per la ripartenza. Il nuovo inedito di Sandro Giacobbe lancia la nuova stagione del Teatro Comunale di Cicagna, dopo il lungo periodo di chiusura causa pandemia. Un concerto che, come annuncia il titolo, sarà un percorso “emozionale”, attraverso i brani storici dell’artista genovese.