Home Sport

Swimtheisland Golfo dell’Isola, nella Super Combined vincono Furlan e Taddeucci

0
CONDIVIDI
Swimtheisland
Ginevra Taddeucci e Matteo Furlan (Foto Matteo Oltrabella)

Con oltre 2600 nuotatori al via nella due giorni, la dodicesima edizione di Swimtheisland Golfo dell’Isola, l’ormai imperdibile appuntamento per la community del nuoto in acque libere, torna a crescere e a registrare numeri pre-pandemia, attestandosi, per presenze, come primo evento italiano di fondo e nella top 5 europea.

Una vera e propria festa per la disciplina e i suoi praticanti, fortemente voluta dai Comuni del Golfo dell’Isola (Spotorno, Bergeggi, Noli, Vezzi Portio), TriO Events e dall’Area Marina Protetta Isola di Bergeggi con il patrocinio della Regione Liguria e la partnership di Jaked, che ha animato i Bagni Bahia Blanca di Spotorno l’1 e 2 ottobre. Un’organizzazione impegnativa e perfettamente collaudata, che trova proprio nella coralità degli enti coinvolti la sua forza: per garantire la massima sicurezza, infatti, è stato fondamentale il supporto della Società Nazionale di Salvamento, con le sezioni di Spotorno Noli, Nervi, Voltri, Verona e Borghetto S. Spirito, della Lega Navale Italiana di Spotorno, degli Angeli del SUP, dell’Associazione Dei dell’Acqua onlus con la coppia di salvataggio conduttore-cane, della Pro Loco Bergeggi gruppo Kayak e dell’Associazione Nautica Spotornese, insieme alla Croce Bianca e alla Protezione Civile di Spotorno.

I PODI DI DOMENICA: CLASSIC, COMBINED, LONG E SUPER COMBINED
Partenza all’alba con la Sunrise Swim (1.100mt), la nuotata non agonistica con cui gli swimmer hanno accompagnato il sorgere del sole, rifocillandosi con una gustosa colazione. La domenica è stata poi riservata alle distanze più lunghe.

Luca Angelini in 41’55” e Alessandra Biscotti (Amatori Nuoto Savona) in 44’02” sono i re della Classic (3.500mt). Nella classifica seguono, tra gli uomini, Stefano Ghisolfo (Rari Nantes Spezia) in 41’59” ed Edoardo Beretta (Nuotatori Milanesi) in 42’26” mentre, tra le donne, Maria Vittoria Suisola (Esseci) in 44’32” e Rebecca De Rosa (Rari Nantes Torino) in 45’21”. Ad aggiudicarsi la Combined Swim (Short + Classic) Mattia Castello in 1h02’43”, su Daniele Titta (Pietro Radici Nuoto) in 1h03’17” e Filippo Sala (Idea Sport) in 1h07’06”, e Rebecca Rimoldi (Mio Club) in 1h12’52”, su Loredana Elena Radu (Canottieri Leonida Bissolati) in 1h15’16” e Sonia Roldo (Nuoto Club Milano) in 1h15’27”.

Nella Long (6.000mt) ha la meglio Filippo Doldi (Soncino Sporting Club) in 1h11’57”, incalzato da Riccardo Chiarcos in 1h11’58” e Tommaso Sebastiano Gallesio (Team Dimensione Nuoto) in 1h12’15”. Anna Chierici in 1h25’04” batte Elena Piantoni (Gam Team Brescia) in 1h25’59” e Giulia Fenu in 1h27’01”.

Nella Super Combined Swim (Classic + Long) dettano legge Matteo Furlan (Marina Militare) in 1h56’18” e Ginevra Taddeucci (Polizia di Stato) in 1h56’41”, reduce dal bronzo in Coppa del Mondo e dalle medaglie d’argento nei 10 km e d’oro nella staffetta agli Europei di Roma. Entrambi gli atleti della Nazionale Italiana hanno scaldato i motori sabato nella staffetta insieme agli allievi della Swimtheisland Academy, lo speciale camp di cui Furlan è coach tenutosi in concomitanza con l’evento. Al secondo posto Jacopo Ceruti (Project Sport) in 2h07’07” e Francesca Colleoni in 2h07’13”, terzi Sandro Vezzani (Swimmerinside) in 2h07’12” e Annamaria Posca (Magiari) in 2h25’59”.

“Per me Swimtheisland Golfo dell’Isola è ormai una data fissa in calendario, a cui partecipo sempre con grande piacere – commenta Matteo Furlan – Felice di aver gareggiato e di aver tenuto, per il secondo anno, la Swimtheisland Academy. In questa disciplina l’esperienza è determinante, quindi il progetto nasce proprio per trasmetterla e mettere gli interessati in condizione di provare quelle sensazioni che in piscina non potrebbero approcciare”.

“Una bellissima esperienza – commenta Ginevra Taddeucci – sia per la meravigliosa location con un mare stupendo, in cui non avevo mai nuotato prima, sia per il grande calore del pubblico che ci ha accompagnato per tutto il weekend”.

I PODI DI SABATO: FAMILY TEAM EVENT, MWM RELAY, KIDS E SPRINT CHALLENGE
Il weekend ha avuto inizio sabato 1 ottobre con le sfide sugli 800mt. Nel Family Team Event, con squadre miste di 2 o 3 membri, miglior tempo per I Montaz (Gabriele, Marco e Amanda Montagni) in 11’44”, che superano i Pesci da Slitta (Sheila Canevese, Alberto Roncoroni, Emma Milan) in 11’47” e Los Serranos (Marco e Luca Serano) in 12’01”. Nella MWM (Man-Woman-Man) Relay, dedicata agli appassionati della staffetta, è il Crazy Team (Nicolò Casati, Matteo Musso, Ilaria Lanzotti) a tagliare per primo il traguardo in 31’44”, imponendosi su I Cemani (Francesco Toniolo, Irene Toniolo, Alberto Inglese) in 32’14” e I Pappataci (Riccardo Chiarcos, Martino Bonora, Lara Gherardini) in 32’28”. Nella Sprint Challenge, per gli specialisti delle brevi distanze, vincono Edoardo Beretta (Nuotatori Milanesi) in 10’10”, seguito da Mattia Golti (Team Lombardia Nuoto MGM Sport) in 10’16” e Ihab Chibani (Swim for Passion) in 10’27”, e Carlotta Missaglia in 11’13”, seguita da Gaia Valente (Team Lombardia Nuoto MGM Sport) in 11’21” e Letizia Borra in 11’32”.

Fiore all’occhiello della manifestazione, anche le gare KID’sTHEISLAND per i più piccoli sui 100m (6-7 anni), 200m (8-9 anni), 400m (10-12 anni). In chiusura di giornata si è tenuta, infine, la Short Swim (1.800mt) conquistata da Riccardo Chiarcos in 22’08”, che ha bissato il successo dello scorso anno, e Maria Vittoria Suisola (Esseci) in 24’46”. Secondo gradino del podio per Stefano Ghisolfo (Rari Nantes Spezia) in 23’13” ed Elisa Sbarbaro (Genova Nuoto) in 25’41”, seguiti da Fabrizio Monti (Nuoto Valdinievole) in 23’46” ed Emily Fairtlough (Sashimi Misto) in 25’48”.

Presente anche la squadra Special Olympics Italia accompagnata da Lucia Zulberti, Coordinatore Nazionale Nuoto Special Olympics, movimento educativo attraverso lo sport rivolto a persone con fragilità intellettive e relazionali: “Partecipiamo per la prima volta a Swimtheisland, negli 800mt e nei 1.800mt – commenta la Zulberti – perché l’open water in Special Olympics è stato attivato da non molto tempo e come coordinatore nazionale sto lavorando per la sua promozione in tutta Italia. In gara il team di Monza, composto da atleti con fragilità intellettive e relazionali e atleti partner, perché in Special Olympics esiste lo sport unificato. Qui a Spotorno ha gareggiato anche Giulia Greco, convocata ai Mondiali di Special Olympics 2023 nell’open water. Ringraziamo Swimtheisland per averci aperto le porte: fino a poco tempo fa la nostra entrata in acque libere faceva un po’ paura mentre ora si comincia a capire come ognuno con le proprie abilità possa partecipare e godersi la bellezza di una nuotata”.