Home Cronaca Cronaca Genova

Sudamericano aggredisce la ex alla fermata del bus e le sbatte la testa contro il muro

0
CONDIVIDI

Ha aspettato la ex fidanzata alla fermata del bus. Quando lei si è avvicinata, lui ha cominciato a picchiarla sbattendole anche la testa contro un muro. Un carabiniere libero dal servizio ha chiamato subito il 112 e lo straniero violento è stato arrestato dalla polizia in via Giovanni Torti a Genova San Fruttuoso.

L’ex coppia di sudamericani, lui 23 anni, lei 22, si erano lasciati circa un mese. Secondo quanto riferito, era stata la giovane a lasciare il connazionale per il carattere violento e possessivo dell’uomo.

Ma lui non si è rassegnato e, ieri pomeriggio, ha voluto incontrarla ancora in piazza Terralba.

Così, dopo averla insultata pesantemente davanti a tutti, ha cominciato a picchiarla trascinandola fino a via Torti.

I poliziotti del vicino Commissariato San Fruttuoso, giunti sul posto in pochissimi minuti, hanno fermato il violento mentre si stava allontanando con la ragazza a bordo di un bus, constatando subito che lei era ferita alla nuca e stava perdendo sangue.

La 22enne è stata accompagnata in ospedale, mentre l’immigrato in Questura.

La vittima della violenza, dopo essere stata medicata e dimessa con una prognosi di 10 giorni, si è recata presso gli uffici del Commissariato, dove ha trovato il coraggio di denunciare non solo l’ultima violenza subita ma anche tutte le altre vessazioni che finora aveva taciuto “per paura”.

Il sudamericano è stato arrestato con l’accusa di atti persecutori e resistenza a pubblico ufficiale e rinchiuso nel carcere di Marassi.