Home Sport Sport Genova

Spogliatoi Genoa-Juventus (2-0)

0
CONDIVIDI

Ecco gli ‘spogliatoi’ di Genoa-Juventus (2-0)

Pereira: “Siamo un super gruppo!” Il primo a scendere in zona mista è Pereira: “Abbiamo fatto una grande partita, e finalmente ci siamo sbloccati e siamo andati in gol. E vincere con una squadra come la Juventus è stato ancora più bello. E’ motivi d’orgoglio avere sottratto alla Juventus 4 punti su 6. Per me questo sarà un ricordo che avrò per tutta la vita. Vedere un pubblico cosi è entusiasmante. Siamo stati superiori, credo che nessuno possa dire qualcosa sulla nostra vittoria. La svolta della partita? Non ne trovo… forse il fatto che quelli che sono entrati sono entrati immediatamente in partita, tanto che sia Sturaro che Pandev hanno realizzato i gol del nostro successo; questo vorrei sottolineare, siamo veramente un grande gruppo. Chi entra, ed è successo anche a me in passato, da tutto quello che ha per la squadra. Avevo buone sensazioni sin dai primi minuti, e già nel primo tempo se non era per Perin saremmo andati al riposo in vantaggio. La salvezza non è ancora archiviata, ma ora siamo messi molto bene in classifica. Partita importante – conclude Pereira – sarà quella di Udine; perché con un risultato positivo saremo allora definitivamente salvi”.

Radovanovic: “Abbiamo vinto grazie ai tifosi” E’ un Radovanovic finalmente sorridente quello che si presenta ai taccuini della stampa: “Una giornata fantastica. E me la sono goduta tutta; devo dire – spiega il centrocampista – che tanto merito va ai nostri tifosi, che ci hanno fatto sentire dei leoni sin dal primo minuto. Una vittoria fantastica e meritata, ma al di la della Juve oggi eravamo determinati a rispondere ai risultati di ieri, dove Bologna e Spal hanno vinto. Per me che arrivo dal Chievo, dove il pubblico non era numerosissimo e non si avvertiva pressione, trovarmi oggi nel Genoa, contro la Juve qui a Marassi, con un pubblico incredibile mi ha dato sensazioni completamente nuove. Qui dicevo c’è molta pressione, ma io lo considero un fatto positivo. Ripeto, per noi i tifosi sono stati fondamentali. Lo stadio, quando venivo da avversario, mi ha sempre impressionato, ed ora giocare con la maglia del Genoa è tutto fantastico. Nello spogliatoio? Eravamo gasatissimi, felici; ora godiamoci la sosta e dopo una vittoria così passeremo un periodo molto bello”.

Criscito: “Questo è il vero Genoa; dobbiamo credere di più in noi stessi”. Il capitano ha gli occhi che brillano; una vittoria per 2-0 contro la Juventus stellare non è cosa da tutti i giorni: “Siamo stati perfetti – esordisce – e questo serviva per fare risultato contro la Juve.

Comunque, noi nello spogliatoio ci siamo parlati: volevamo i tre punti! Oggi c’è stato in campo un grande Grifone; la Juve scarica dopo la gara di Coppa? Non direi, perché tutti sanno che i bianconeri non mollano mai, e non lasciano all’avversario neppure le briciole. Questa gara ci deve far capire la forza della nostra squadra; meritiamo molto di più della classifica di abbiamo. La squadra è giovane, ma sta crescendo bene. Del resto abbiamo giocato bene anche nelle gare dove abbiamo raccolto poco o niente. Lottando su ogni pallone, caparbiamente, il successo è arrivato di conseguenza. Ora ci siamo finalmente sbloccati, e dobbiamo continuare cosi, a partire dalla trasferta di Udine”.

Pandev: “Una vittoria per il pubblico, grazie alla splendida Nord !” Goran Pandev, eroe di giornata; il suo ingresso in campo al posto di un Sanabria non in giornata, è stato salutato con un autentico boato di gioia dalla Nord. “Una vittoria che ci voleva – spiega Goran – perché nelle ultime gare non siamo riusciti a mettere la palla in rete. Certo per me è stato una emozione incredibile: entrare, trovarmi smarcato perfettamente da Kouamè… Perin di fronte… la Nord alle sue spalle…. Ho tirato ed ho visto la rete gonfiarsi! Mi sono tolto la maglia… mi sarei tolto tutto dalla gioia… E poi sono corso verso di loro, i tifosi, per ringraziarli. Appena siamo entrati sul terreno di gioco per il riscaldamento, abbiamo capito tutti che non poteva sbagliare, che dovevamo inseguire a tutti i costi la vittoria. Così è stato…. Bellissimo. Con le grandi squadre giochiamo effettivamente meglio; siamo più liberi di esprimere il nostro gioco, abbiamo più spazi. Con il Frosinone invece… Tutta la settimana ci siamo preparati per questa partita. E poi… che bello segnare sotto la Nord!”.

Sturaro: “Per me la fine di un incubo, una giornata meravigliosa”. Per Sturaro il ritorno in campo dopo tanto tempo significa anche un po il ritorno… alla vita. “Si ho passato un periodo terribile, troppo lungo. Volevo tornare al Genoa, perché sono genoano. Mi sono preparato ed in settimana sapevo che avrei avuto qualche piccolissima possibilità di fare uno scampolo di partita. Poi è stato tutto un sogno: il mister mi dice di scaldarmi, poi di entrare…. Entro ed alla prima palla scaravento un tiro verso la porta di Perin, sotto la Nord, e vedo la sfera che si insacca… Non ho capito più nulla! Capite? Dopo mesi rientro in campo, ed ero già felice cosi… ed invece realizzo contro la Juventus il gol del vantaggio! Non potevo sognare di più. Del resto, che ho segnato – dice sorridendo – me ne sono reso conto quattro o cinque minuti dopo, in una pausa del gioco. Poi Goran nel momento più delicato, quando aspettavamo la reazione della Juventus, ha messo dentro il 2-0! Momenti indimenticabili… Ora continuiamo così, perché dobbiamo credere di più in noi. Siamo una squadra forte! Ringrazio il pubblico, che avrei voluto abbracciare tutto dopo il gol… Ringrazio anche i miei ex compagni, che a fine partita mi hanno salutato calorosamente e mi hanno fatto i complimenti. Avanti cosi e c toglieremo belle soddisfazioni”.

Allegri e Bonucci: “Gran bel Genoa, vittoria meritata” Una pio di battute anche dalla sponda juventina. Bonucci tesse le lodi al Grifone: “Giocare contro il Genoa è sempre molto difficile – dice – e poi su un campo con il pubblico di cui senti il fiato sul collo per 90 minuti. Noi scarichi? Non direi, anche se contro l’Atletico abbiamo speso parecchie energie; no, direi che il Genoa a meritato il successo. Da Bonucci a mister Allegri: “Abbiamo fatto la nostra partita, ms il Genoa di oggi è stato veramente bravo; La sua classifica è bugiarda. Una sconfitta che per fortuna non pregiudica la nostra classifica. Volevamo fare una sosta bellissima, ma abbiamo perso, e la faremo soltanto bella. Ora serve concentrazione sulla Coppa, ma la sosta, ripeto, viene nel momento piacere opportuno per ricaricare le pile.

Franco Ricciardi

Franco Ricciardi