Home Cronaca Cronaca La Spezia

Sorveglianza speciale della Polizia spezzina per ladro seriale

0
CONDIVIDI
Un presidio della Polizia alla Spezia

Gli uomini dell’anticrimine della Polizia della Spezia hanno sottoposto alla misura della Sorveglianza Speciale, disposta dal Tribunale di Genova, un 47enne italiano residente nel capoluogo.

L’uomo, nullafacente e senza fissa dimora, dedito all’assunzione costante e smodata di bevande alcoliche, si manifesta nella provincia spezzina dal 1999, caratterizzandosi, sin dal principio, per la frequentazione di soggetti pregiudicati o dediti all’abuso sistematico di sostanze alcoliche o stupefacenti e per i comportamenti aggressivi posti in essere nei confronti delle Forze dell’Ordine, oltre che per gli atteggiamenti molesti indirizzati nei confronti dei concittadini in vari contesti.

Il suo stile di vita e la sua personalità sono poi culminati nella consumazione di molteplici reati contro il patrimonio, perpetrati con modalità tali da disvelarne l’indole fortemente aggressiva, non avendo, lo stesso, esitato a commettere tali fatti anche mediante violenza sulle persone.

Il 47enne, evidenziatosi penalmente già dal 1998, ha inanellato una serie di reati quali furto, tentata rapina, ricettazione, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali, maltrattamenti in famiglia, nonché molteplici violazioni dei Fogli di via Obbligatori emessi di volta in volta da vari Questori della Liguria e della Toscana.

Molteplici sono altresì le condanne per violazione delle misure di prevenzione emesse nei suoi confronti dal Questore della Spezia, sin dal 2000.

Gli ultimi fatti, per i quali è stato arrestato, risalgono a novembre e dicembre dello scorso anno, quando si è reso responsabile di ben tre episodi di furto all’interno di esercizi commerciali nel capoluogo.

Il suo coinvolgimento in nuovi episodi criminosi, anche recentissimi, analoghi a quelli per i quali era già stato sottoposto a misure cautelari e condannato, hanno determinato il giudice a disporre l’applicazione della misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza per 18 mesi, rilevando la persistente e attuale pericolosità sociale dell’uomo, recidivo specifico.

Così uomini della Divisione Anticrimine della Questura spezzina, hanno rintracciato il destinatario e provveduto a notificargli il decreto emesso dal Tribunale di Genova, che contiene le ulteriori prescrizioni dell’obbligo di presentarsi presso gli uffici della Questura con cadenza trisettimanale, di non detenere o portare armi e di darsi alla ricerca di un lavoro e una dimora.

In caso di violazione, il prevenuto sarà deferito ai sensi dell’art.75 Codice Antimafia, D.Lvo 159/201, che prevede l’arresto da tre mesi ad un anno.