Home Cultura Cultura Genova

Si accende il Natale di Sestri Levante

0
CONDIVIDI
Si accende il Natale di Sestri Levante
Si accende il Natale di Sestri Levante

Si accende il Natale di Sestri Levante, questo week end la cittadina si veste con l’atmosfera magica delle feste

Si accende il Natale di Sestri Levante, le luminarie natalizie, curate da Mediaterraneo servizi, saranno accese per la prima volta questo fine settimana, e decoreranno il centro storico e le frazioni con pacchi regalo, stelline, stelle comete e giochi di neve. L’accensione degli alberi è invece programmata per l’8 dicembre, seguendo la tradizione ma anche nella volontà di preservare il più possibile la bellezza degli abeti fino alla fine delle feste.

In occasione delle festività è stato impostato un nutrito calendario di eventi che tra tradizione e nuove proposte offrono ai cittadini e visitatori numerosi appuntamenti per accompagnarli nei giorni di festa.

Musica e spettacoli sono i protagonisti indiscussi, a cui sono dedicati svariati appuntamenti: le esibizioni del coro IncantArte del 18 e il 28 dicembre, il concerto dell’associazione In compagnia di Mozart e lo spettacolo Battiato Libero del 23 dicembre e il concerto di Natale della Filarmonica il 26. Debutta inoltre quest’anno la winter edition del Festival dei Due mari – Sestri in danza che culminerà con uno spettacolo in Annunziata fissato per il 30 dicembre.

Spazio anche alla stand up comedy con 3 spettacoli in Annunziata che vedranno protagonisti The Balfabons (11 dicembre), i Rude boys (17 dicembre) ed Enrique Balbotin (18 dicembre).

Sestri Levante non dimentica le proprie tradizioni. Sabato 18 dicembre partirà da viale Roma il corteo del Confeugo con l’Associazione O Leudo che si concluderà in piazza Matteotti con il tradizionale falò.

Si confermano anche gli auguri dell’amministrazione ai bambini e alle famiglie e all’associazione Terza età con la proiezione di due film, al cinema Ariston, in calendario per il 13 e il 15 dicembre. A Santo Stefano, invece, appuntamento sulla spiaggia di Riva ponente per  il Cimento invernale. E domenica 2 gennaio ci si ritrova a Villa Tassani per il presepe vivente.

Tanti gli appuntamenti della cultura, organizzati insieme a Palazzo Fascie: l’incontro Giovanni Descalzo, tra poesia e vita del 10 dicembre, celebrazione del poeta sestrese nel 70° anniversario della sua scomparsa, le presentazioni dei libri Vivian Mayer – ignota a me stessa, di P. Ercole e S. Sbarbaro, Nel tempo sbagliato, di B. Morchio, e La Capitana, di M. Dentone, per cominciare.

Ma anche quattro importanti mostre: L’eredità del Cavalier Fascie, dedicata a Vincenzo Fascie, Mostra Foto-grafica con opere inedite di Marcello Rezzano accompagnate dalle fotografie di Roberto Montanari, Il principio di Archimede di Marco D’Aponte, pittore e fumettista, e Incontri umani, collettiva che sarà ospitata alla Torre dei Doganieri.

Torna anche l’appuntamento con La Sestri della tradizione, tour guidato delle botteghe storiche e dei locali della tradizione che hanno fatto la storia della città. Appuntamento domenica 5 e mercoledì 29 dicembre con partenza dal museo per un viaggio nel tempo alla riscoperta delle radici degli esercizi commerciali più antichi della città.

Si confermano attive e piene Le associazioni cittadine propongono tanti divertenti appuntamenti nei quartieri, come la festa per il nuovo albero e Betlemme in Pila nel parco Sterza (6 e 12 dicembre), l’arrivo di Babbo Natale al parco Monti (12 dicembre) e a San Bartolomeo (18 dicembre) e ancora l’arrivo della Befana al parco Monti (5 gennaio), il recital dei ragazzi di Trigoso con la consegna delle calze nell’oratorio di Santa Sabina e il concerto per organo nella chiesa parrocchiale di Santa Sabina (6 e 8 gennaio).

Commenta Maria Elisa Bixio, assessora alle Politiche culturali del Comune di Sestri Levante: “Per questo ultimo mese dell’anno l’assessorato alla cultura ha ideato un calendario di eventi, manifestazioni, incontri e mostre legati alla tradizione del periodo, ma anche un momento per continuare a scrivere belle intense pagine di promozione del territorio, di cultura e di storia di comunità sempre desiderosa di conoscere e approfondire.

Le luci che ci accompagneranno per tutto il periodo delle feste faranno da cornice a una città desiderosa di accompagnare cittadini e ospiti e immergerli piacevolmente nell’atmosfera delle feste.

Accanto agli appuntamenti legati alla tradizione, i palazzi istituzionali, quelli della cultura e i luoghi più significativi racconteranno il desiderio e la voglia delle tantissime associazioni culturali di descrivere passioni e progetti da regalare alla città.

Abbiamo lavorato tanto in questo periodo, in sinergia con i soggetti che collaborano alla realizzazione dei nostri appuntamenti e con l’attenzione e la prudenza imposte  dal periodo incerto che stiamo ancora vivendo: per questa ragione ricordo che in relazione all’evoluzione pandemica e alla normativa che ne seguirà alcuni eventi potrebbero subire modifiche o cancellazioni”.