Home Cultura Cultura Genova

Santa Margherita, nuovi corsi per imparare il pizzo al tombolo

0
CONDIVIDI
Santa Margherita, nuovi corsi per imparare il pizzo al tombolo

Nuovi corsi di pizzo al tombolo, antica tradizione di  Santa Margherita ligure, nella riaperta Sala “Meistri e Mestè”.  

A Santa Margherita Ligure iniziano i corsi di pizzo al tombolo, a partire da giovedì 21 aprile 2022 alle ore 15:00. Saranno diretti e tenuti da Luisa De Gasperi dall’insegnante, esperta merlettaia, nonché presidente dell’associazione “Amici del Tombolo”.  Riapre al pubblico anche la sala espositiva “Meistri e Mestè”.  Le lezioni si terranno, con cadenza bisettimanale, il lunedì e il giovedì dalle ore 15:00 alle ore 18:00.

I corsi sono gratuiti. Per informazioni e iscrizioni si possono contattare i Servizi Bibliotecari del Comune di Santa Margherita Ligure telefonando allo 0185 205453. Santa Margherita Ligure ha un registro delle Merlettaie e promuove il Merletto Patrimonio immateriale dell’Umanità Unesco. 

Dichiara il Sindaco di Santa Margherita Ligure Paolo Donadoni:

«Con grande piacere accogliamo la riapertura della sala espositiva “Meistri e Mestè”, che custodisce tanti oggetti e tanti simboli che rimandano alla storia e alle tradizioni di Santa Margherita Ligure.

Con altrettanta soddisfazione salutiamo l’inaugurazione dei corsi di pizzo al tombolo, uno strumento fondamentale per tramandare, anche alle nuove generazioni, una tradizione profondamente radicata nella cultura della nostra città. Ringrazio l’Assessore Beatrice Tassara, i Servizi Bibliotecari e l’insegnante Luisa De Gasperi degli “Amici del Tombolo” che si sono fatti personalmente interpreti di questa lodevole iniziativa».

Il Comune di Santa Margherita Ligure, nel 2018 ha istituito l’albo delle Merlettaie, registro in cui vengono iscritte tutte le persone che dimostrano di esercitare l’arte del pizzo al tombolo nella sua forma tradizionale. Santa Margherita ha intrapreso insieme ad altre città italiane l’iter per il riconoscimento del merletto quale patrimonio immateriale dell’umanità Unesco.

La sala, in via XXV Aprile 65, è visitabile su appuntamento; E’ inoltre possibile prenotare visite guidate per le scolaresche, telefonare al 335 7587776.  ABov.