Home Sport Sport Genova

Samp-Lazio, Ekdal: Primo tempo da dimenticare

0
CONDIVIDI
Sampdoria

«Primo tempo da dimenticare: 0-2 e con un uomo in meno per cartellino rosso». Parte da qui l’intervista post-Lazio di Albin Ekdal, che descrive i primi 45 minuti come un peccato capitale. «Poi siamo usciti bene – continua infatti il centrocampista -, abbiamo fatto un gol e per poco anche il pari. Brucia, ma il calcio è fatto così. Ora dobbiamo chiudere in un modo bello questo campionato. Proveremo a vincerle tutte e quattro, a partire da Parma. Abbiamo l’obbligo di provarci per noi e per i tifosi».

Demeriti. «Un tempo ci è costato la partita – va avanti lo svedese -, ci dispiace, perché abbiamo fatto una bella stagione fino a qui. Il mister? Stiamo bene con lui e abbiamo lavorato tanto in questa stagione. L’obiettivo comune è andare in Europa e così ripartiremo. Dagli spogliatoi oggi è uscita un’altra squadra, ma all’inizio troppi demeriti da parte nostra. Sono più gli errori nostri che i meriti della Lazio, in 20 minuti non si possono concedere due contropiedi e due gol. Anche il rosso andava evitato».