Home Politica Politica Genova

Regione Liguria: Pd non sottoscrive odg Lega per fronteggiare coronavirus. Ardenti: M5S sì

0
CONDIVIDI
Vice capogruppo regionale Paolo Ardenti (Lega)

“Altro che unità e lavorare insieme per fronteggiare l’emergenza coronavirus. ll Pd oggi non ha sottoscritto l’ordine del giorno della Lega, mentre tutti gli altri gruppi di maggioranza e opposizione (M5S incluso) lo hanno condiviso e firmato subito. Barriere ideologiche e paraocchi dei consiglieri Pd non si calano neanche di fronte al coronavirus arrivato in Europa dalla Repubblica popolare cinese”.

Lo ha dichiarato il vice capogruppo regionale leghista Paolo Ardenti, il quale ha presentato ai gruppi consiliari un ordine del giorno che impegna il presidente e la giunta regionale “a convocare quanto prima tutti gli attori economici coinvolti dalle misure intraprese per arginare la diffusione da Covid-19 e a impegnarsi presso il Governo per richiedere una strutturata azione di sostegno alle imprese, alle famiglie e al lavoro in genere” sul territorio della Liguria.

“Sarebbe stato importante – ha spiegato Ardenti – dare un segnale di compattezza della Liguria di fronte al Governo centrale e quindi sottoscrivere il nostro documento. Senza se e senza ma. Spero che il Pd ci ripensi.

Infatti, le conseguenze a tutto il sistema economico e lavorativo dovranno essere calcolate, ma oggi appaiono già nella loro dimensione ed è per questo fondamentale che il Governo reagisca, per una volta, con la giusta tempestività.

In tal senso, il segretario federale Matteo Salvini e i nostri gruppi parlamentari stamane hanno presentato una serie di proposte al governo Conte da attuare con urgenza.

Le Regioni devono dare un chiaro e forte sostegno a queste proposte affinché vengano accolte, senza indugi e quanto prima, dal Governo centrale”.

Paolo Ardenti, vice capogruppo regionale Lega Nord Liguria – Salvini