Home Politica Politica Genova

No obbligo mascherine all’aperto, ordinanza in ritardo. Bucci: perfezionata per evitare ricorsi

0
CONDIVIDI
Sindaco di Genova Marco Bucci

“Abbiamo dovuto fare qualche revisione con i nostri legali per avere un testo il più possibile inattaccabile. Per questo l’ordinanza sull’uso delle mascherine ha avuto qualche ora di ritardo”.

Lo ha riferito stasera il sindaco di Genova Marco Bucci, ricordando le nuove regole in vigore sul territorio comunale a partire, quindi, dalle 15 oggi e “fino a cessate esigenze”.

Genova: mascherine obbligatorie a meno di due metri di distanza | L’ordinanza

“Come è noto – ha spiegato Bucci – c’è stato un ricorso al Tar con richiesta di sospensiva, anche se non accettata, da parte di un gruppo di cittadini contro la precedente ordinanza e non abbiamo voluto correre altri rischi”.

La nuova ordinanza, che sostituisce quella del 29 maggio, ha tolto l’obbligo dell’uso delle mascherine all’aperto, che tuttavia rimangono obbligatorie quando non è possibile rispettare i due metri di distanza tra persone non conviventi.

“Poi la raccomandazione è di usarla sempre – ha sottolineato Bucci – comunque visti i livelli della curva epidemiologica sono convinto che questo allentamento non avrà effetti negativi”.