Home Spettacolo Spettacolo Genova

Nervi, ai parchi è iniziata la grande estate

0
CONDIVIDI
Nervi, ai parchi è iniziata la grande estate
Nervi, ai parchi è iniziata la grande estate

Aperta domenica sera la stagione estiva del Carlo Felice ai parchi di Nervi, che continuerà fino al 29 luglio, con inizio spettacoli alle 21,15.

I giovani talenti scoperti dal concorso Youth America Grand Prix, dedicato al balletto a livello mondiale, si sono esibiti insieme alle grandi stelle della danza, spesso ex allievi dello stesso YAGP.

Una stagione che si presenta nutrita e, nella migliore tradizione nerviese, particolarmente dedicata al ballo, con sette spettacoli sui sedici in cartellone.

La danza, come recentemente ha ricordato anche Roberto Bolle, è stata particolarmente penalizzata negli ultimi difficili anni e ridotta alla Cenerentola delle arti, mentre merita di ritrovare il proprio posto e la propria dignità nello spettacolo ed essere sostenuta da finanziamenti dedicati.

Una disciplina fisica e psichica che sfocia e si rivela nella magia dell’esibizione, ma quanta dedizione, quanto sacrificio vi è dietro le quinte, anche sette ore di esercizio al giorno.

Che dire sullo spettacolo, una rivelazione di talentuosa bellezza ancora una volta incastonata tra cielo, mare e la rigogliosa vegetazione del parco?

Ancora una volta un successo. Bimbi sotto i dieci anni, giovani fino ai venti hanno esibito i loro corpi dalla flessibilità stupefacente e dai movimenti perfettamente calibrati, per cui, mi perdonino le grandi stelle, non era semplice, anche per un occhio esperto, distinguere tra allievi e professionisti.

Lo spettacolo è cominciato con un defilè dal sapore classico ( la grazia del tutù incanta sempre), cui hanno partecipato deliziosi bimbi ed adolescenti sull’onda delle musiche di Cajkovskij, per concludersi con una superlativa esibizione di Polina Semionova, supportata da due allievi  YAGP che nulla avevano da  invidiare ai partner abituali della stessa.

Un folto pubblico attento e partecipe applaudiva ed incitava a scena aperta. Per la scrivente si è ripetuta la stessa attrazione magnetica e gli stessi stupori, mentre riconosceva le  spettacolari e quasi sovrumane prestazioni tipiche del Bolshoi Ballet, applaudito proprio ai parchi di Nervi ormai decenni fa.

E ancora la stessa allegra compartecipazione di mediterranea per la  gioiosa tarantella ballata da professionista ed allieva.

Simpatica infine la sorpresa di Decadance: i ballerini sono scesi dal palco per prelevare ed invitare ad unirsi alle loro danze alcuni spettatori ambosessi che hanno tenuto benissimo la scena, partecipando con spirito ed allegria alle trovate dei danzatori, meritando così ulteriori ovazioni dal pubblico.

Un’estate artistica di Nervi, cominciata nel migliore dei modi, che conferma il valore aggiunto che ogni anno i parchi donano alla città e all’Arte.

Un suggerimento, già proposto lo scorso anno: un servizio di navette che venga incontro al pubblico per facilitarne il ritorno a casa. ELISA PRATO