Home Consumatori Consumatori Genova

Murta, rottura tubo metanodotto. Iren: non utilizzare gas. Levante genovese escluso

0
CONDIVIDI
Rottura metanodotto Murta, Vigili del Fuoco

Dopo la fuga di gas stamane nella zona di Murta in Val Polcevera, in cui sono intervenuti anche i Vigili del Fuoco evacuando una dozzina di persone, stasera Iren ha raccomandato agli utenti di ridurre il consumo del gas e usarlo solo per cucinare per un “intervento di Snam Rete Gas”.

Al momento, non risulta che la comunicazione riguardi gli utenti del Levante genovese.

La rottura del tubo da 40 centimetri di diametro al metanodotto di Murta, ha quindi avuto pesanti ripercussioni sulla maggior parte della nostra città. La riparazione, secondo quanto riferito dai tecnici, dovrebbe arrivare entro le 6 domani mattina.

Murta, metanodotto riparato. Snam: caldaie si possono riaccendere. Disagi per il ritardo

Ecco il comunicato di Iren, che ha comunque precisato che “non ci sono problemi per la sicurezza”.

“A causa di un intervento di Snam Rete Gas sulla rete di trasporto nazionale per un guasto, si invitano tutti i cittadini di Genova (esclusa la zona di Levante: Nervi, Quarto, Quinto e Nervi) a non utilizzare il gas metano se non per cottura cibo.

Non utilizzare impianti di riscaldamento autonomo, con effetto immediato.

Si invitano tutti gli amministratori di condominio, con effetto immediato, a chiudere l’impianto centralizzato intervenendo sulla valvola di intercettazione o di richiedere l’intervento del manutentore.

Si invitano tutti i gestore calore, Con effetto immediato, ad intervenire sugli impianti tele controllati o di intervenire con proprio personale per chiudere gli impianti centralizzati”.