Home Cultura Cultura Imperia

Martedì Letterari Casinò di Sanremo: La ricerca della verità che dona libertà

0
CONDIVIDI
Magdi Cristiano Allam e Olmo Romeo, consigliere Casinò di Sanremo

«È per me un piacere ed un onore poter ospitare ai ‘Martedì Letterari’ Magdi Cristiano Allam e lo ringrazio di aver accettato il nostro invito; temi così importanti come quelli trattati oggi non aiutano solo a comprendere meglio l’attualità dei fatti, ma vanno ben oltre il saggio, portando ad una riflessione interculturale tra cattolicesimo e mondo islamico», inizia con queste parole del dott. Olmo Romeo, consigliere del Casinò, in rappresentanza del direttore generale, l’Ing. Giancarlo Prestinoni, e di Alberto Biancheri, Sindaco di Sanremo, il nuovo ciclo letterario che prevede, fino a fine marzo, la partecipazione di illustri autori, nella suggestiva cornice del Teatro del Casinò di Sanremo.

Il noto giornalista e scrittore, di origine egiziana, naturalizzato italiano, musulmano ma convertito al cristianesimo cattolico nel 2008 in presenza di S.S. Papa Benedetto XVI, ha presentato il suo recente progetto letterario, “Il Corano senza veli”.

“Nulla accade per caso”, questo il leitmotiv della biografia di Magdi Cristiano Allam, scandita dall’amata figura materna, cui l’autore ha letto una toccante dedica, contenuta nelle prime pagine del suo libro. Il destino portò, dunque, l’autore a formarsi in Egitto presso prestigiosi istituti cattolici e ad avvicinarsi così alla lingua e cultura italiane, e al mondo cristiano cattolico.

Un percorso che lo ha reso un grande conoscitore degli aspetti socio-culturali di entrambe le realtà: il “mondo occidentale” ed il “mondo islamico”, sempre più spesso in contatto tra loro, ma anche in contraddizione nella nuova società europea, e in particolare italiana. Come poter conciliare le due culture? È possibile convivere pacificamente? Certamente si, purché ci sia sempre reciproco rispetto ed osservanza delle regole a tutela dello ‘stato di diritto’, frutto di una tradizione millenaria.

L’autore ribadisce, in particolare, l’importanza di essere fedeli alla verità dei fatti per trasmettere un’informazione corretta. Una verità, con la minuscola, che, lungi dal rappresentare un “dogma” assoluto, sia frutto della capacità critica tipica della storia democratica e civile del nostro Paese. Ma non per questo meno importante perché ci consente di usare sempre la ragione per entrare nei contenuti di ciò che vediamo o leggiamo, senza influenze esterne.

Approfondire la conoscenza della religione musulmana e del Corano, che incarna il ‘Gesù Cristo’ islamico, è dunque fondamentale per noi europei, e italiani, eredi di una storia che non può essere cancellata. Questo è l’obiettivo dell’opera di Allam: invitare il lettore «a promuovere quella ‘rivoluzione (consapevolezza) culturale’ che ci consenta di essere pienamente noi stessi dentro casa nostra, depositari dei valori inalienabili della vita, sicurezza, verità, dignità e libertà», usando le stesse parole dell’autore.

Un richiamo a conservare quel “cogito ergo sum” (penso dunque esisto) che ci permette di essere più consapevoli di quello che siamo stati, che siamo e che saremo, in un mondo sempre più globalizzato.

Maurizio Abbati

Programma “I Martedì Letterari”: www.casinosanremo.it