Home Cronaca Cronaca Genova

Marocchino picchia e poi minaccia di fare esplodere la casa dell’ex fidanzata: arrestato

0
CONDIVIDI
Violenza (foto di repertorio fb)

Ieri un marocchino di 41 anni, già condannato per violenze e mai rimpatriato, ha cercato di entrare nell’alloggio dell’ex fidanzata e della figlia minorenne nel quartiere genovese della Foce, in via dei Pescatori, minacciandola di manomettere il contatore del gas e fare esplodere tutto.

Gli agenti delle Volanti della questura sono arrivati però in tempo e hanno arrestato lo straniero.

La vittima ha raccontato agli agenti di avere conosciuto il nordafricano nel 2017 e che, dopo un periodo di tranquillità, erano cominciate le aggressioni e l’abuso di bevande alcoliche da parte del marocchino.

Nel 2019 l’aveva picchiata ed era finita in ospedale. Poi di nuovo il 27 gennaio. Episodio, quest’ultimo, che non aveva voluto denunciare per proteggere la figlioletta.

Ieri, però, dopo l’ennesimo tentativo di aggressione, la donna ha trovato il coraggio di denunciare tutto alla Polizia.