Home Cronaca Cronaca Genova

La polizia esegue custodia cautelare in carcere per tunisino

0
CONDIVIDI
Arresto Squadra Mobile (foto di repertorio)

Ubriaco aveva minacciato gestori bar e tirato pugno a milite ambulanza

La polizia di Genova ha arrestato un tunisino di 45 anni in un’abitazione nel quartiere di San Fruttuoso, in salita Nuova Nostra Signora del Monte luogo dove l’uomo era sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di permanenza in casa dalle ore 21.00 alle ore 07.00 che gli era stata applicata a seguito di un episodio in cui veniva colto in flagranza del reato di lesioni aggravate.

Ciò nonostante, la notte del 13 gennaio scorso il 45enne, palesemente ubriaco ed in stato di forte agitazione, brandiva una sedia costringendo gli avventori di un bar in Piazza de Ferrari a rifugiarsi all’interno dello stesso per ripararsi dalle sue minacce.

Nella circostanza era intervenuta una volante che aveva accompagnato l’uomo in Questura.

Dopo gli atti di rito era stata chiamata l’ambulanza, a causa delle condizioni dovute all’abuso di alcool, e all’arrivo della stessa l’uomo ha sferrato un pugno al volto ad uno dei militi accorsi.

Avendo dimostrato, in tal modo, la manifesta volontà di non ottemperare alla misura impartitagli, violando le disposizioni specifiche cui era sottoposto, l’Autorità giudiziaria ha ritenuto opportuno aggravare la misura cautelare dell’obbligo di dimora con la custodia cautelare in carcere cui il personale del Commissariato Centro ha dato ieri esecuzione.

L’arrestato era stato già sottoposto in passato a diversi controlli da parte del Commissariato Centro, in merito a numerosi episodi di spaccio di sostanze stupefacenti nel centro storico cittadino.