Home Cronaca Cronaca Genova

Intervento antiinquinamento a Riva Trigoso alla foce del Petronio

0
CONDIVIDI
Intervento antiinquinamento a Riva Trigoso alla foce del Petronio

Intorno alle 21 di ieri all’Ufficio Locale Marittimo di Riva Trigoso è arrivata una segnalazione, da parte di un cittadino, riguardante uno sversamento di sostanze inquinanti alla foce del torrente Petronio, in località Riva Trigoso.

Sul posto sono intervenuti i militari della Guardia costiera, che hanno chiesto al Comune di Sestri Levante l’invio di una ruspa per creare degli argini ed evitare così l’ulteriore sversamento del prodotto nello specchio acqueo prospiciente. Oltre alla creazione dello sbarramento, i tecnici hanno posizionato panne galleggianti di tipo assorbente.

Immediatamente, sotto il coordinamento della Direzione marittima della Liguria, è stato disposto l’invio della motovedetta CP 883 per il pattugliamento ed il campionamento nella zona di mare antistante la foce del fiume.

Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri, i vigili del fuoco e i tecnici di Arpal. E’ stato quindi accertato che lo sversamento proveniva da un’attività produttiva insistente sul territorio limitrofo. Tuttavia, sono ancora in corso le indagini a cura di Arpal per accertare le precise cause dello sversamento.

Alle prime luci dell’alba della giornata odierna la Guardia costiera ha inoltre disposto l’invio del battello veloce GC A96 di Santa Margherita Ligure e, per fortuna, i sopralluoghi visivi dell’equipaggio non hanno rilevato tracce di prodotto inquinante nell’antistante specchio acqueo.

La prontezza dell’intervento della Guardia costiera e degli altri operatori intervenuti, ha consentito di evitare un disastro ambientale derivante dallo sversamento in mare del prodotto inquinante, a testimonianza dell’attenta vigilanza dell’ambiente marino posta in essere dal Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia costiera.

Anche in tal senso, è attivo 24 ore su 24 su tutto il territorio nazionale il Numero Blu 1530 per le emergenze in mare.

“Da ieri sera -ha aggiunto l’assessore regionale all’Ambiente Giacomo Raul Giampedrone – Arpal è impegnata nella zona interessata dallo sversamento. Sono stati effettuati campionamenti sia verso la foce del torrente Petronio, sia a monte e a valle del rio Bardi, l’affluente nel quale è avvenuto lo sversamento. Arpal segue ora tutta la parte di analisi con i propri laboratori attivati su più fronti per garantire la massima tutela ambientale della zona. Uno  è quello relativo alla conferma della tipologia dell’inquinamento e della sua provenienza, l’altro riguarda la qualità delle acque marine con l’analisi dei campioni prelevati in mattinata dalla Capitaneria di Porto competente per territorio”.

 

Intervento antiinquinamento a Riva Trigoso alla foce del Petronio