Home Economia Economia Genova

Imprenditoria straniera, secondo studi Unioncamere, Liguria seconda

0
CONDIVIDI
Un muratore al lavoro (immagine di repertorio)

La Liguria, secondo gli studi di Unioncamere Liguria basati su dati Infocamere e facendo riferimento al periodo del terzo trimestre 2019, è al secondo posto in Italia dietro alla Toscana per tasso di imprenditorialità straniera, attestandosi a quota del 13,3% con 3,3 punti percentuali sopra la media italiana.

Rispetto allo stesso periodo del 2018, le imprese straniere sono aumentate di 156 unità e le iscrizioni hanno fatto registrare un +32,9%.

Sono le costruzioni, infine, il settore prevalentemente scelto dagli stranieri per avviare un’attività: nel terzo trimestre 2019 sono cresciute di 13 unità.

Seguono il commercio e le attività di alloggio e ristorazione.