Home Sport Sport Savona

Grande attesa ad Alassio per gli Internazionali di tennis

Quasi 300 tennisti al via da domani nella Città del Muretto alla 52esima edizione dei Campionati Internazionali d’Italia di Tennis per Veterani

0
CONDIVIDI
Jairo Velasco Ramirez plurivincitore lo scorso anno

Savona. Malgrado la pandemia la “Città del Muretto” ospita da domani fino al 16 aprile il tradizionale appuntamento internazionale per i campioni e veterani di tennis giunto alla 52esima edizione.
Il torneo, punto di riferimento del calendario mondiale della categoria, da sempre patrocinato e sostenuto dal Comune di Alassio rappresenta un appuntamento imprescindibile per centinaia di giocatori provenienti da tutto il mondo.

Mentre a livello nazionale il tennis sta raggiungendo i vertici delle classifiche mondiali (con 10 italiani nei primi 100 nel ranking mondiale) il movimento sta crescendo notevolmente: si sta registrando un vero boom delle scuole tennis nei circoli e sta crescendo in modo notevole il numero dei tesserati.
Dunque malgrado il Covid l’ appuntamento alassino giunge proprio a proposito per rinfrancare ed entusiasmare gli appassionati di questo sport. Quasi trecento gli iscritti suddivisi in venticinque categorie ed altrettanti tabelloni.

“Non è semplice – spiega John Skordis direttore del circolo tennistico alassino- mettere in cantiere un evento di questo livello con tutte le limitazioni e le prescrizioni imposte dalla normativa anti-covid. Tuttavia ci siamo riusciti e poter giocare era la cosa più importante così come potersi ritrovare”.

Ad organizzare i 52esimi Campionati Internazionali d’Italia di Tennis per Veterani è il Tennis Club Hanbury con l’ ITF Senior, il Patrocinio dell’Assessorato allo Sport del Comune di Alassio ed il sostegno di tanti sponsor e partner.

“Abbiamo 277 iscritti– ci ha spiegato Skordis, che è anche direttore del prestigioso Torneo – Per fortuna non abbiamo registrato cali di presenze tra gli italiani, mentre a causa del Covid abbiamo avuto un calo del 50 per cento degli stranieri, soprattutto quelli che venivano da più lontano come gli australiani e gli statunitensi. Il torneo tuttavia resta di alto livello con numeri importanti e la presenza di numerosi campioni del mondo nelle rispettive categorie, con qualche ex professionista dell’Atp. Significativa anche la rappresentanza dei giocatori locali, con molti iscritti che sono soci del nostro circolo e fra questi ce ne sono alcuni sicuramente in grado di ben figurare”.

Il torneo alassino è anche valido quale prima tappa del prestigioso circuito Grand Prix Over and ITF Senior Tennis Italy Tour giunto alla 44esima edizione.

“Nella categoria over 60 – conclude Skordis–intitolata alla memoria del compianto Edoardo Rosso, fondatore del Torneo, avremo il ritorno di Pier Paolo Castagna, vincitore dell’edizione di due anni fa, determinato a riconquistare titolo e trofeo”.

Lo scorso anno, malgrado ci fosse già di mezzo il Covid, si è disputata una grande edizione del torneo che ha avuto quale assoluto protagonista lo spagnolo Jairo Velasco Ramirez che si è imposto in tre tabelloni: ha vinto in singolare quello dei Master 70 e nel doppio maschile M 65 (in coppia con Frits Rajmakers); infine in quello misto M 70 (dove ha trionfato insieme all’ italiana Pinuccia Sacchi Caridi).
CLAUDIO ALMANZI