Home Sport Sport Genova

Genoa, Lazovic: guardiamo alla prossima sfida

0
CONDIVIDI
Lazovic

Uno dei pochi alle dipendenze di mister Juric durante le precedenti esperienze. Qualità e quantità. Questa è una stagione nata sotto le stelle per Darko Lazovic, capace di mettere alle corde più di un avversario, nei round sulle fasce, in questi primi scampoli.

“In effetti siamo rimasti in pochi di quel gruppo” commenta l’esterno serbo. Proprio sotto la guida del tecnico croato, che gli diede fiducia al primo impatto, il 22 del Grifo disputò partite apprezzabili, ancorché a corrente alternata. Come nella vittoria per 3-1 a Marassi proprio con la Juventus (suo un assist a Simeone), firmando le due reti siglate in Serie A. Di cui una proprio a Szczęsny, portiere allora della Roma. “Le scelte vanno accettate, il calcio è così. Dobbiamo guardare avanti e dare il massimo con mister Juric. Ringraziamo Ballardini per quanto ha fatto”.

Sabato all’Allianz Arena il Grifone troverà pane duro da masticare. Ci sarà da correre in ogni zona del campo per tamponare, senza ritagliarsi il ruolo di vittima sacrificale designata.

“Se non credi di poter fare risultato, meglio non scendere in campo. Con l’acquisto di Ronaldo, la Juve è sempre più leader e ha le carte in regola per vincere la Champions. Dovremo affrontare la Juventus con rispetto, ma anche fiducia in noi stessi. Andremo a Torino con le nostre idee e la voglia di provare a fare punti, dopo la sconfitta con il Parma”. In questo avvio la duttilità a ricoprire più ruoli è venuta bene. “Destra o sinistra, fa poca differenza. Da quando sono arrivato in Italia, credo di essere migliorato nella fase difensiva. Posso fare ancora meglio con l’aiuto dei compagni”.