Home Cronaca Cronaca Genova

Gara progetto Nuovo Galliera: ecco l’esito della Commissione giudicatrice

0
CONDIVIDI
Progetto Nuovo Galliera

Oggi il consiglio di amministrazione dell’E.O. Ospedali Galliera ha illustrato lo stato dell’arte in merito al progetto sul Nuovo Galliera, a seguito della conclusione dei lavori della Commissione giudicatrice della gara per l’affidamento della progettazione.

Hanno preso parte all’incontro con la stampa il governatore Giovanni Toti, la vicepresidente e assessora regionale alla Salute Sonia Viale, il vicepresidente del Galliera Giuseppe Zampini, il direttore generale Adriano Lagostena e il direttore sanitario Giuliano Lo Pinto.

“La Commissione giudicatrice in seduta pubblica – ha spiegato la direzione del Galliera – ha dato lettura dei punteggi relativi alle offerte tecniche e ha proceduto all’apertura della busta C (Offerta economica  e offerta tempo) all’attribuzione dei punteggi ed alla definizione della graduatoria.

Il Presidente della Commissione ha chiuso la seduta pubblica di gara e demandato al RUP la procedura per effettuare le verifiche di legge sulle offerte. Al termine della procedura di verifica verrà dichiarata l’aggiudicazione definitiva. Il contratto verrà stipulato dopo 35 giorni, secondo le indicazioni di legge.


I primi tre classificati della graduatoria esitata dalla Commissione giudicatrice sono i seguenti:

1) Concorrente E: R.T. Politecnica – Mythos – 3TI – Ingegneria integrata – Arch. Burlando. 

Per le informazione disponibili il raggruppamento ha un buon curriculum in edilizia ospedaliera in Italia con uno dei pochi ospedali attualmente progettati in BIM (Sassari).

2) Concorrente D: R.T. Steam – Pinearq – OBR – HMR – Geol. Dameri.

Sono i progettisti del progetto preliminare, con l’aggiunta di una società specializzata in direzione lavori e coordinamento della sicurezza e di un geologo libero professionista.

3) Concorrente F: R.T. Proger – Manens Tifs – Vittoria Compay – React – Inar – Ing. Michelini.

Per le informazione disponibili il raggruppamento ha un buon curriculum in edilizia ospedaliera la società Mnens Tifs è tra i leader in Italia nella progettazione impiantistica.

*Nei tre raggruppamenti è presente un professionista locale.

Lo sconto offerto dal primo classificato è del 43,20% su 9,25 mln € di base d’asta pari a circa 4 milioni di euro.

DI SEGUITO TUTTI I SETTE PARTECIPANTI ALLA GARA:

Il nuovo codice degli appalti ha previsto l’introduzione della metodologia BIM (Building Information Modelingper la valorizzazione della fase progettuale nelle gare di progettazione per la realizzazione di opere pubbliche, riducendo gli errori progettuali, le riserve delle imprese, le varianti in corso d’opera e gli oneri di riprogettazione al fine di ottenere un potenziale risparmio di tempo e costi.

La pubblicazione del decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti del dicembre 2017 introduce il BIM obbligatorio nel contesto italiano, investendo direttamente le amministrazioni pubbliche (la cui maturità digitale inciderà profondamente sull’efficacia del procedimento).

L’applicazione dei processi di digitalizzazione non riguarda solo i singoli procedimenti di realizzazione delle opere pubbliche, ma coinvolge profondamente tutti i processi dell’intera stazione appaltante soprattutto nel caso delle strutture sanitarie.

Il Galliera e con esso la Regione Liguria, con la pubblicazione del bando BIM di importo più elevato del 2017, ha precisato in modo molto puntuale i contenuti sottesi alle richieste di BIM. Caso ancora raro nel panorama dei bandi italiani del 2017″.