Home Cronaca Cronaca Genova

Fuori di casa per bivaccare, pescare, baciarsi, bere alcol: il lungo elenco dei denunciati

0
CONDIVIDI
Coronavirus, controlli di Polizia a Genova (foto d'archivio)

Continuano senza sosta i controlli della Polizia di Stato a seguito del decreto Conte sull’emergenza coronavirus.

Nonostante i numerosi appelli a restare a casa, a Genova sono molti i cittadini che “non hanno ancora compreso che, in questa situazione di emergenza globale, ogni singolo comportamento è fondamentale per arginare il diffondersi della pandemia”.

Ecco l’elenco delle persone denunciate ieri dalla Polizia sul territorio della Città metropolitana di Genova.

“Ore 14.00, p.zza Raibetta: 6 italiani, 4 donne e 2 uomini di età compresa tra i 27 e i 53 anni, sono seduti in terra nei pressi del capolinea degli autobus a bivaccare consumando cibi e bevande alcoliche. L’assembramento è stato notato e segnalato da alcuni cittadini in coda all’esterno di un supermercato della piazza, preoccupati per le persona in attesa di salire sui mezzi pubblici. Tutti denunciati dai poliziotti dell’U.P.G.

Ore 14.00, p.zza Galileo Ferraris: 3 cittadini albanesi di età compresa tra i 19 e i 26 anni sono seduti su una panchina a chiacchierare. Interrogati dagli agenti del Commissariato San Fruttuoso, riferiscono di essersi dati appuntamento in piazza per condividere un caffè acquistato presso il distributore automatico. Difficile giustificare lo stato di necessità. Denunciati

Ore 16.20, belvedere Santuario N.S. Loreto: 5 giovanissimi genovesi di età compresa tra i 15 e i 21 anni sono stati segnalati al 112 perché da qualche giorno si danno appuntamento per trascorrere il pomeriggio insieme. Mangiano, fumano, si scambiano effusioni, si comportano come se nulla fosse successo. I poliziotti dell’U.P.G. gli chiedono spiegazioni e loro rispondono che sono consapevoli che il loro comportamento è sbagliato ma sono anche certi che non hanno alcuna influenza sulla diffusione del contagio.

Ore 3.00, p.zza De Ferrari: un 52enne residente nel quartiere di Voltri sta passeggiando tranquillamente per la piazza deserta. Lo fermano i poliziotti dell’U.P.G. e gli chiedono perché è in giro a quell’ora. Lui risponde che è venuto in centro nel pomeriggio e si è trattenuto in attesa che apra un negozio di telefonia perché deve acquistare uno smartphone. Denunciato

Ore 15,00: Due rapallesi di 37 e 38 anni  sono stati sorpresi a consumare alcolici in un parco pubblico di Rapallo: Denunciati da personale del  Commissariato di Rapallo

Ore 16,50, Area Fiumara: Tre giovani 19enni camminano tranquillamente nei pressi della Fiumara e riferiscono agli agenti del Commissariato Cornigliano di godere di buona salute e che il problema non li riguarda, riguarda solo gli anziani. Denunciati

Ore 14,15, Chiavari: Un albanese di 33 anni, munito di stivaloni che gli arrivano alla vita, pesca indisturbato nell’Entella.  Denunciato da personale del Commissariato di Chiavari per inottemperanza  al Dpcm  e sanzionato per pesca  senza licenza.

Ore 10,40, Via Prè: Cittadino italiano di 29 anni residente a Prà racconta di trovarsi in via Prè per comprare le sigarette. Denunciato da personale del Commissariato Prè

Ore 19,10, Piazza Galileo Ferraris: Tre albanesi  di 19, 20 e 26 anni  bivaccano sulle panchine della piazza con i caffè presi ai distributori automatici. Denunciati da personale del Commissariato San Fruttuoso”.