Home Cultura Cultura Genova

Facchinetti: Mola mia, in bergamasco significa molto più di, non mollare

0
CONDIVIDI
Mola mia, in bergamasco significa molto più di, non mollare

Il grande Roby Facchinetti, protagonista di Zenart #AperiMusicConArtista, lancia un messaggio di sostegno a tutto il personale dell’ospedale San Martino di Genova

Un abbraccio a tutto l’ospedale San Martino di Genova. Raccogliete le vostre energie, anche le più nascoste. Grazie per quello che avete fatto e che farete ancora. La vostra disponibilità, il vostro affetto, la vostra passione, e la voglia di esserci comunque, mettendo in pericolo anche la vostra vita. E questo vi fa un grande onore. Grazie, grazie, non mollate.”

Così Roby Facchinetti, lancia il suo messaggio di saluto e di soliderietà rivolto a tutto il personale del San Martino di Genova, in occasione dell’intervista nata dall’ultimo appuntamento del ciclo di dirette #AperiMusicConArtista, la campagna on line a opera della cooperativa artistica Zenart per raccontare che l’arte non si ferma ai tempi del corona virus erispondere così a tutte le domande e curiosità del pubblico, direttamente dalla pagina Facebook Zenart Cooperativa Artistica.

 

La campagna online – nata da un’idea del CDA di Zenart formato da Alex Travi e dal Presidente Luca Lisi, che dal 2008 opera nel settore dello spettacolo, musica e intrattenimento – nasce in occasione dell’emergenza sanitaria che l’Italia sta affrontando per il Coronavirus, e per lanciare un’iniziativa artistica capace di rispettare tutte le restrizioni in vigore e continuare a trainare il settore.

Un appello rivolto a tutti gli artisti, ma anche agli influencer e gli operatori nel campo della cultura, dell’arte e dello spettacolo, per riflettere sulle iniziative culturali in questo periodo storico, continuando a condividere l’amore per questo importante campo d’interesse a condividere problemi e difficoltà di questo periodo.

Un asset, quello dello spettacolo e della cultura, strategico per l’economia, che ai tempi del coronavirus acquisisce importanza e valore, perché capace di accompagnare le quarantene e le giornate di tutti, intrattenendo il pubblico in maniera “digitale”, trascorrendo il tempo immersi fra musica, libri, ma anche tante lezioni di strumento on line e concerti in streaming live.

Luca Lisi, Presidente della Cooperativa Zenart, aggiunge: “Ci uniamo allo straordinario messaggio di di sostegno e soliderietà di Roby Facchinetti. La cooperativa Zenart è infatti genovese, e oltre a sentire il dovere di mantenere vivo il settore musicale e dello spettacolo, ci sentiamo di sostenere sempre chi lavora a superare crisi e difficolta di questo periodo. Un periodo storico che ricorderemo per molto tempo.”