Home Sport Sport Genova

Entella-Carrarese 1-1, vittoria e passaggio in Coppa ai rigori

0
CONDIVIDI

L’Entella fatica ma centra il passaggio del turno, i gol di Energe e Zamparo mandano le squadre ai rigori, un super Borra regala la vittoria ai padroni di casa.

Al quarto minuto prima opportunità per i padroni di casa, Tenkorang trova spazio dietro la linea difensiva, palla a rimorchio respinta in rimessa laterale.

Trova il vantaggio alla prima occasione utile la Carrarese, cross dalla destra che trova libero Energe in area, conclusione di sinistro imparabile per Borra. Minuto 10.

Ancora Energe al 12’, conclusione di poco a lato alla destra di Borra.

Minuto 29, corner dalla sinistra battuto al centro da Favale, respinta della difesa Carrarina, nuovo servizio per Doumbia che prova la girata, raccoglie la deviazione Zamparo e insacca con il sinistro. 1-1.

Nel secondo tempo riparte in attacco la Carrarese, bell’azione sulla destra a liberare Energe, Borra respinge in angolo. Minuto 47.

Ci prova anche Bozhanaj al 50’ con una soluzione da fuori che termina di poco sopra la traversa. Sulla traiettoria Borra.

Risposta biancoceleste con Zamparo pochi minuto dopo, sinistro a lato.

Brivido per l’Entella al 59’, Cerretelli colpisce al centro dell’area con la testa, sfera che passa vicinissima al palo alla destra di Borra.

Al 68’ Energe va a calciare da fuori, Borra si distende ma non riesce ad allontanare il pericolo, sulla respinta Samele la spinge in rete ma si alza la bandierina.

Cade in area Bozhanaj, minuto 73, per l’arbitro è simulazione, secondo giallo e Cararrese in 10 uomini.

Ha ancora un’occasione la squadra ospite prima del ’90, calcio di punizione dal limite respinto dalla difesa, sulla ribattuta nuova conclusione da fuori. Borra respinge.

Crea un’opportunità anche l’Entella 2 minuti più tardi, tentativo in semi rovesciata di Dessena, niente di fatto. Si va ai tempi supplementari.

Al 95’ trova il gol del sorpasso la Carrarese con Cicconi, si alza di nuovo la bandierina dell’assistente.

Minuto 120, invito di Capello per D’Auria che non inquadra la porta. Due minuti più tardi ancora D’Auria con un tiro deviato che per poco non beffa Borra.

Ai calci di rigore la doppia parata di Borra su D’Auria e Marino vale il passaggio del turno dei biancocelesti.