Home Politica Politica Genova

Degrado e alcol per strada a Sampierdarena: stranieri sanzionati, genovesi esultano

28
CONDIVIDI

Divieto di bere alcol per strada dopo le 12. Una brutta abitudine che a Sampierdarena vuol dire degrado e costa ai trasgressori 200 euro di multa.

Dopo i primi giorni di “rodaggio” della nuova ordinanza firmata dal sindaco Marco Bucci e fortemente voluta dagli assessori leghisti al Commercio Paola Bordilli e alla Sicurezza Stefano Garassino, su richiesta del Commissario del Municipio Centro Ovest Renato Falcidia che insieme a loro aveva raccolto le istanze di commercianti e residenti di Sampierdarena, ora fioccano le prime sanzioni e il degrado comincia a diminuire.

Giovedì pomeriggio sono stati fermati e sanzionati dagli agenti della Polizia Municipale due giovani, un romeno e un etiope, che bevevano birra sulle panchine di piazza Settembrini. Giovedì sera è invece toccato a un ecuadoriano “pizzicato” dai cantuné in piazza Masnata.


Inoltre, sono stati sanzionati i titolari responsabili di due negozi di alimentari cosiddetti “minimarket etnici” che tenevano aperto e vendevano alcol oltre l’orario di chiusura violando le disposizioni dell’ordinanza del Comune.

Le reazioni sui social network non si sono fatte attendere. La gente esulta e chiede a gran voce che la situazione nella delegazione di Sampierdarena “torni finalmente alla normalità dopo anni di degrado”. L’ordinanza anti alcol per strada insieme alle nuove regole e alla lotta portata avanti dalla giunta Bucci contro i finti circoli culturali, risultano apprezzati e iniziative concrete per raggiungere tale obiettivo.

 

28 COMMENTI

  1. Certo che a sentire certi commenti viene da pensare che siete incontentabili. X trent’anni muti ad assistere al degrado di Genova e periferia, ora x incanto vorreste l eden. Un po’ di serietà non guasterebbe.

Rispondi