Home Cronaca Cronaca Italia

Conad: dipendenti non vaccinati andranno in aspettativa non retribuita

0
CONDIVIDI
Conad: Dipendenti non vaccinati andranno in aspettativa non retribuita
Conad: Dipendenti non vaccinati andranno in aspettativa non retribuita (immagine Rete4)

E’ bufera sui social dopo le dichiarazioni dell’Ad Pugliese

E’ bufera, in particolare sui social, sull’ Amministratore delegato di Conad, Francesco Pugliese. Ieri sera durante la trasmissione Quarta Repubblica su Rete4 ha pronunciato parole decisamente forti ed importanti per quanto riguarda i non vaccinati.

“Sono favorevole al Green pass. Se io ha fatto due dosi di vaccino, perché poi devo rischiare di contagiarmi andando al ristorante o al supermercato? I dipendenti che non vogliono vaccinarsi andranno in aspettativa non retribuita, in modo che possiamo sostituirli”.

Sui social ed in particolare su Twitter, hashtag #conad è andato ed è tutt’ora in tendenza con le dichiarazioni dell Ad che hanno sollevato un polverone dividendo il pubblico tra chi lo ha attaccato duramente e chi, lo ha difeso dandogli ragione.

“Ma davvero pensate che alla #Conad freghi un c***o della salute e dei vaccinati? Cavalcano solo il pretesto per fare pulizia di vecchi contratti a fronte di nuovi meno dignitosi”, scrive un utente.

“Adesso c’è il ‘genio’ dell’AD di #Conad, che oggi è favorevole a #GreenpassObbligatorio e vaccino per i dipendenti, ieri quando i dipendenti della GDO, si lamentavano che loro erano esposti, senza fare nulla, muto ed avanti con protocolli base. Cosa è cambiato?”, scrive un altro utente.

C’è anche chi invita al boicottaggio dei supermercati Conad: “Visti i metodi draconiani usati da #Conad , andrò a fare spesa nei supermercati dove vige ancora la democrazia…”.

C’è chi, invece, è favorevole alle parole di Pugliese e lo difende “L’AD di #Conad annuncia licenziamenti per i dipendenti no vax. Giustissimo: idem per medici e infermieri.

E gli idioti che lo attaccano non sanno che gli stanno facendo solo pubblicità.

Personalmente farò la spesa sempre al Conad ed invito tutti i pro vax a fare altrettanto.” Ed ancora “Decisione legittima. E colgo l’occasione per esprimere solidarietà ai dirigenti della #Conad per tutti gli insulti di vario genere che stanno ricevendo in queste ore”.

Su tale argomento sui social è un continuo batti e ribatti, un abbaiare continuo con repliche e controrepliche: “Vi rendete conto che state esultando perché dei lavoratori (come voi!) andranno in mezzo a una strada?! Quella del vaccino è una scusa ridicola per liberarsi di contratti scomodi, ma voi continuate a credervi grandi progressisti”.

E c’è, infine, anche chi si offre per il lavoro: “Io sono vaccinata e se volete vi mando il mio Cv.”