Home Cultura Cultura Genova

Comune di Genova ospite della fiera Ecomondo

0
CONDIVIDI
Comune di Genova ospite della fiera Ecomondo
Comune di Genova ospite della fiera Ecomondo

Comune di Genova ospite della fiera Ecomondo, la fiera di Rimini per l’innovazione industriale e tecnologica dell’economia circolare

Comune di Genova ospite della fiera Ecomondo, oggi il progetto dei 4 assi del trasporto pubblico locale, domani un manuale di gestione della fauna urbana, giovedì il progetto degli ecocompattatori per la raccolta differenziata della plastica, noto come PlasTiPremia.

Il Comune di Genova protagonista per tre giorni sul palco dell’Ecomondo, il principale evento europeo in materia di green economy, transizione ecologica ed economia circolare, in programma alla Fiera di Rimini tra martedì 26 e venerdì 29 ottobre, per presentare alcune delle sue più recenti e rilevanti iniziative di sostenibilità ambientale.

Tre, fra oggi e dopodomani, gli incontri a cui l’Amministrazione – nella persona dell’assessore all’ambiente, ai rifiuti ed alla transizione ecologica Matteo Campora –  è stata invitata a partecipare per raccontare le sue politiche di sviluppo green e condividere le proprie best practices nel settore della tutela dell’ambiente.

Progetto 4 assi, manuale di gestione della fauna urbana, ecocompattatori

Il primo incontro, questa mattina, ha visto l’assessore Campora partecipare come relatore al convegno “Trasporto pubblico a zero emissioni: il vademecum di Motus-E per accelerare la transizione elettrica”.

Durante l’evento, organizzato da Motus-E, AUTOBUS e Kyoto Club – rispettivamente: prima associazione costituita per la promozione della mobilità elettrica in Italia, rivista specializzata nella mobilità collettiva ed organizzazione no-profit per il raggiungimento degli obiettivi assunti con il Protocollo di Kyoto – Campora ha presentato il progetto dei 4 assi del trasporto pubblico locale come un modello positivo per l’Italia di mobilità sostenibile.

Un nuovo sistema di Smart Mobility che, entro il 2026, rivoluzionerà la mobilità urbana genovese, azzerando le emissioni nocive grazie alla totale elettrificazione del parco mezzi e favorendo, allo stesso tempo, interventi di riqualificazione e riprogettazione della viabilità per il miglioramento dell’efficacia e dell’efficienza del TPL.

Domani invece, tra le 11 e le 12, presso il Villaggio Sanificazione della Fiera di Rimini, sarà presentato il libro “Manuale di gestione della fauna urbana – Approccio alla biodiversità e all’ecologia in città”, scritto dal naturalista e vicepresidente della cooperativa Il Rastrello, Giorgio Chiaranz, insieme a Stefano Ferretti.

Alla presentazione del volume – che contiene indicazioni pratiche sulla gestione delle varie specie faunistiche, urbane e selvatiche, che vivono o si addentrano nelle aree urbane – parteciperanno, oltre a Chiaranz, lo zoologo e docente universitario Dino Scaravelli e l’assessore Campora in qualità di uditore. L’incontro è promosso da Aidpi, l’Associazione imprese disinfestazione professionali italiane.

Infine, appuntamento giovedì alle 11 per “Ecocompattatori: il modello Corepla, un’opportunità per Comuni e cittadini. Come aderire al progetto nazionale, tutti i vantaggi e i primi casi di successo”, in cui l’assessore Campora racconterà, insieme al presidente di AMIU Pietro Pongiglione, il progetto PlasTiPremia, best practice che fa di Genova la prima città italiana per numero di ecocompattatori (14) destinati alla raccolta di bottiglie e flaconi di plastica, in cambio dei quali si ricevono premi da spendere presso i partner convenzionati: un progetto, realizzato in collaborazione con AMIU, Corepla e Istituto Ligure per il Consumo, che rappresenta un valido esempio di economia circolare e riciclo di alta qualità.

Il convegno è organizzato da Corepla e si svolgerà presso lo spazio Agorà del sistema Conai/Consorzi, padiglione B1-Stand 61.

«Per il Comune di Genova partecipare a una fiera internazionale importante come Ecomondo – dichiara l’assessore all’ambiente, ai rifiuti ed alla transizione ecologica Matteo Campora – è una straordinaria opportunità per far conoscere alle aziende e alle amministrazioni di tutta Europa quanto stiamo facendo per costruire una città più efficiente ed efficace dal punto di vista dell’impatto ambientale, oltreché un riconoscimento alla nostra capacità di proporre soluzioni innovative ed ecosostenibili.

Mobilità urbana, gestione della fauna urbana e raccolta differenziata sono tre filoni di intervento che vanno nella direzione intrapresa a livello globale: quella di diminuire l’inquinamento e lo sfruttamento delle risorse naturali, costruendo un rapporto più armonioso tra esseri umani e ambiente».