Home Consumatori Consumatori Italia

Come fare il passaporto e richiedere la prenotazione elettronica

0
CONDIVIDI
Passaporto over 60, accesso venerdì 28 ottobre per 10 persone
Passaporto (foto di repertorio)

Il passaporto elettronico, è un documento rilasciato dalla Questura su richiesta del cittadino, oppure presso il Consolato per i richiedenti di cittadinanza italiana residenti all’estero.

Oltre a essere un documento di viaggio, rientra anche nella categoria di quelli di riconoscimento.

Viene chiamato elettronico in quanto in copertina è presente un microchip contenente i dati sensibili della persona, tra cui recapiti, immagine e impronta digitale, oltre che la firma digitalizzata.

La presenza di tale microchip ha l’obiettivo di rendere più pratica l’identificazione del soggetto negli aeroporti, dove sono presenti appositi lettori ottici e di evitare problematiche legate al riconoscimento dell’identità.

La prenotazione dell’appuntamento per la presentazione della domanda di rilascio del passaporto elettronico presso gli sportelli della Questura o dei Commissariati di P.S. è effettuabile solo accedendo all’agenda online all’indirizzo https://www./passaportonline.poliziadistato.it

Con questa richiesta si ottiene una data e un orario durante la quale presentarsi agli uffici preposti per la presentazione dei documenti necessari.

In merito alla recente normativa vigente in materia di innovazione digitale, tale accesso è consentito solo ed esclusivamente con la propria “identità digitale” cliccando sui pulsanti “Entra con SPID” (Sistema Pubblico d’Identità Digitale) o “Entra con CIE” (Carta d’Identità Elettronica) presenti nella pagina.

Nel caso in cui si voglia accedere con Carta d’Identità Elettronica (“Entra con CIE”) si può:

  • utilizzare il computer avendo un dispositivo che legga i chip;
  • utilizzare uno smartphone, che deve essere dotato di connessione N.F.C. scaricando l’app CieId dagli store Android e Ios.

La tecnologia N.F.C. è in grado di mettere in comunicazione due dispositivi, situati a breve distanza l’uno dall’altro, in modalità senza fili. Per verificare che il proprio smartphone sia adatto bisogna andare nelle impostazioni – connessioni del dispositivo.

Si precisa che la procedura di cui sopra è richiesta per tutti i cittadini che non hanno mai effettuato la registrazione all’Agenda Passaporti, mentre quelli che risultano essersi già registrati potranno continuare ad utilizzare il proprio Codice Fiscale e la propria password fino al 30 settembre 2021.

Il costo del passaporto

Il passaporto è rilasciato previo pagamento, tramite bollettino postale, dell’importo di 42.50 euro.

Il pagamento deve essere intestato al Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro, eseguito dal richiedente e deve riportare come causale la dicitura seguente: “importo per il rilascio del passaporto elettronico”, mentre il numero di conto corrente a cui intestare il pagamento è 67422808.

Per evitare qualunque tipo di problema o di incorrere in errori che potrebbero invalidare il pagamento (ma non dare diritto a un rimborso) è consigliabile utilizzare uno dei bollettini precompilati disponibili negli uffici postali.

Al pagamento a mezzo bollettino bisogna aggiungere l’acquisto di un bollo – presso qualunque tabaccaio – dell’importo di 73.50 euro, come contributo amministrativo.

Con le ricevute dei due pagamenti è possibile recarsi in Questura per la consegna del modulo di richiesta del passaporto elettronico.

I documenti per fare il passaporto elettronico

I documenti necessari da presentare per la richiesta del passaporto sono diversi:

  • ricevuta del pagamento di 42.50 euro
  • ricevuta del pagamento del bollo
  • documento d’identità in corso di validità (e relativa fotocopia)
  • modulo di richiesta del passaporto compilato (e relativa fotocopia)
  • 2 foto in formato foto-tessera

In previsione della ripartenza e delle riaperture delle frontiere e dei viaggi, la Polizia, raccomanda per chi intenda richiedere il rilascio del Passaporto di effettuare la prenotazione on line per la presentazione delle istanze, ad utilizzare i sistemi di Identità Digitale di cui sopra con il necessario anticipo.