Home Consumatori Consumatori Genova

C’è il Bonus infissi 2022 con lo sconto, anche senza ristrutturazione

0
CONDIVIDI
C’è il Bonus infissi 2022 con lo sconto, anche senza ristrutturazione

C’è il Bonus infissi 2022 con lo sconto, anche senza ristrutturazione dell’intero palazzo. Ecco come funziona il bonus infissi.

Il Bonus infissi casa anno 2022: la novità per l’anno corrente è che sarà possibile sostituire gli infissi obsoleti, (agevolazioni già in vigore gli scorsi anni), però nel 2022 con l’incentivo attraverso tre diverse modalità: il Superbonus 110%.  Ecobonus 50%. Questo lo prevede la legge di bilancio 2022, pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 31 dicembre 2021. Tra le varie facilitazioni sono confermate varie possibilità per i cittadini di accedere nell’ambito di una ristrutturazione solo dell’immobile.

L’agevolazione consiste in una detrazione del 50% sulle spese sostenute non solo per la sostituzione, come prevede l’Ecobonus, ma nuove porte e finestre, compreso le persiane, tapparelle, tende da sole, fino ad un tetto di spesa massimo di 60 mila euro. L’obiettivo è migliorare l’efficienza energetica dell’abitazione oggetto dei lavori, ridurre il consumo di gas e luce, quindi, l’operazione dovrà essere certificata da un salto in avanti della classe energetica.

Ci sono altre due condizioni per beneficiare della detrazione: le parti rimpiazzate devono delimitare un volume riscaldato verso l’esterno o verso vani non riscaldati e devono garantire un valore di conduttività termica minore o uguale al limite stabilito per le fasce climatiche delle differenti zone. Il costo massimo detraibile dei serramenti al m2 varia da 550 euro nelle zone A, B e C a 750 euro dalla D alla F.

Bonus infissi 2022 con sconto immediato: come avviene il rimborso. 

Nelle spese da portare in detrazione ci sono anche quelle relative alla consulenza e alla progettazione. Il rimborso potrà essere ottenuto in due modi: tramite una detrazione in denuncia dei redditi, in questo caso si riceveranno dieci rate annuali di uguale importo, oppure tramite sconto in fattura o cessione del credito da richiedere direttamente al fornitore o all’istituto di credito.

Come fare la richiesta del Bonus infissi.

Per prima cosa, ovviamente, è importante stabilire con quale delle tre modalità è possibile fare richiesta del Bonus infissi. Dopodiché, la domanda dovrà essere presentata all’Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) non oltre 90 giorni dalla data di fine lavori, avvalendosi delle disposizioni illustrate dal sito.

Le scadenze del bonus.

Tali agevolazioni non rimarranno in vigore per sempre. Le scadenze del Bonus infissi dipendono da quella delle tre modalità per richiederlo. Quindi, con il Superbonus 110% la data termine è fissata al 31 dicembre 2025. Mentre per il bonus ristrutturazione e l’Ecobonus 50% è il 31 dicembre 2024. ABov