Home Spettacolo Spettacolo Genova

Carmen Giardina, regista in corsa per un grande premio

0
CONDIVIDI
Carmen Giardina, regista in corsa per un grande premio

Il caso Braibanti, della genovese Carmen Giardina e del napoletano Massimiliano Palmese è tra i dieci documentari selezionati per il David di Donatello 2021 

«Questa selezione nasce dalla visione di 150 opere, circa cinquanta in più dello scorso anno, a conferma della estrema vivacità della forma documentaria che cresce in quantità ma soprattutto in qualità», hanno dichiarato i membri della Commissione selezionatrice, Sarà la Giuria dell’Accademia del Cinema Italiano, a per individuare i cinque candidati al premio.

IL CASO BRAIBANTI (64′, Italia 2020). Un film per raccontare Aldo Braibanti, mente poliedrica e affascinante, lontano dalle convenzioni del suo tempo. Poeta, artista, drammaturgo è stato un intellettuale eretico del Novecento italiano, un genio straordinario che nel 1968 – nel pieno delle contestazioni che infuriavano nel mondo per la richiesta di nuovi e più ampi diritti – viene processato e condannato per avere plagiato il ventunenne Giovanni Sanfratello. Nel documentario il nipote Ferruccio Braibanti, insieme a Piergiorgio Bellocchio, Lou Castel, Giuseppe Loteta, Dacia Maraini, Maria Monti, Elio Pecora, Stefano Raffo, Alessandra Vanzi ripercorrono la vita del coraggioso intellettuale per restituirci la fotografia vivida e inquietante del nostro passato recente.

Premio Cinema in Piazza alla 56a Mostra Internazionale del Nuovo Cinema – Pesaro Film Festival

Premio Signum al SalinaDocFest XIV

Premio Speciale Florence Queer festival 2020

Premio Labor V-Art Festival Internazionale Immagine d’Autore

Il film è prodotto da Creuza Srl e la colonna sonora è di Pivio & Aldo De Scalzi. Carmen Giardina – regista e attrice genovese – ha già al suo attivo tre cortometraggi pluripremiati: “Turno di notte” con Leo Gullotta (Cinecittà Holding), “La grande menzogna” con Gea Martire e Lucianna De Falco, e “Fratelli Minori” con Paolo Sassanelli e Alessio Vassallo. Massimiliano Palmese (Premio Eugenio Montale e Premio Sandro Penna) è autore dei romanzi L’amante proibita e Pop Life; sua la traduzione dei Sonetti di William Shakespeare pubblicata da Bompiani nel 2019.