Home Politica Politica Genova

Brunetto ai liguri: aderite a campagna sanitaria. Non vedo l’ora di vaccinarmi anche io

0
CONDIVIDI
Brunetto con Bassetti e Gloria Capriata, la prima ad avere ricevuto il vaccino anti Covid in Liguria (foto d'archivio)

“Il vaccino non può essere obbligatorio, ma anche come medico invito i liguri ad aderire alla campagna vaccinale anti Covid perché è necessario per la propria salute e quella di tutti. I vaccini che hanno ricevuto il via libera dall’Agenzia europea per i medicinali (EMA) sono sicuri. Non bisogna avere paura, ma eventualmente consultatevi anche con il vostro medico di fiducia”.

Lo ha dichiarato il consigliere regionale e presidente della II commissione Salute e Sicurezza sociale Brunello Brunetto (Lega) che stamane ha assistito alla somministrazioni delle prime dosi del vaccino Pfizer-BioNTech al San Martino di Genova.

Ore 10.15 San Martino, somministrate le prime dosi del vaccino anti Covid

“Oggi – ha sottolineato Brunetto – è una giornata storica per la Liguria.

Le prime 320 dosi del vaccino sono arrivate la scorsa notte e sono state custodite nella caserma dei Carabinieri di Genova.

Poco prima delle otto sono quindi arrivate per le inoculazioni al San Martino, hub regionale nell’emergenza pandemica da Covid-19.

Da domani, saranno progressivamente distribuite anche nei 14 presìdi ospedalieri individuati su tutto il nostro territorio.

Nelle prossime 48 ore, tutte le prime 320 dosi saranno somministrate a un gruppo rappresentativo della popolazione ligure maggiormente esposta al contagio e più a rischio: medici, tecnici e infermieri ospedalieri, operatori sociosanitari, medici di Medina generale, pediatri, dipendenti e ospiti di due Rsa, volontari delle pubbliche assistenze.

La Liguria non è in ritardo e la macchina organizzativa è pronta anche per ricevere e stoccare le dosi del vaccino che arriveranno nei prossimi giorni e settimane. Io non vedo l’ora di vaccinarmi.

Ricordo di rispettare le regole sanitarie. In particolare, mantenere la distanza interpersonale, indossare la mascherina, lavarsi spesso le mani”.