Home Cronaca Cronaca La Spezia

Allerta meteo sul Levante per piogge diffuse: termina alle 13

0
CONDIVIDI
La situazione delle precipitazioni alle ore 12

Dopo i rovesci della notte sul Levante della regione, le celle temporalesche che si sono formate in mattinata sono andate in direzione della Toscana.

ARPAL HA MODIFICATO L’ALLERTA METEO PER PIOGGE DIFFUSE NELLA ZONA C che diventa GIALLA ALLE 12 E SI CONCLUDE ALLE 13.

Nella notte le precipitazioni hanno interessato in particolare le zone interne del Levante. Sulle 12 ore le cumulate più importanti hanno interessato il versante toscano del Magra: 117.6 millimetri a Parana, 82 a Bosco di Rossano, 80.6 a Rocca Sigillina.

Sul versante ligure si segnalano i 66 millimetri di Brugnato mentre la stazione di Pratomollo, nel comune di Borzonasca (Genova), ha segnato 71 millimetri. I corsi d’acqua monitorati hanno subito risposto alle piogge della notte, ma successivamente sono rientrati al di sotto del primo livello di guardia. Da segnalare anche i venti di libeccio forti con raffiche di burrasca che hanno toccato a Casoni di Suvero (comune di Zignago, La Spezia) i 163.1 km/h e a La Spezia città i 112.7 km/h.

Nelle prossime ore sono ancora possibili residui rovesci o temporali con un’attenuazione dei fenomeni dalla serata mentre domani un passaggio instabile in quota potrà dar luogo, sempre sul Levante regionale, a piogge, rovesci e temporali localmente forti.

Poi, da giovedì pomeriggio, una nuova perturbazione provocherà precipitazioni sul centro e sul Levante. Da segnalare ancora i venti forti da Sud Ovest e la ripresa del moto ondoso con mareggiata di libeccio intensa che potrà interessare localmente le coste del Levante (zona C).

Ecco i fenomeni previsti contenuti nell’avviso meteorologico emesso questa mattina.

OGGI: Residua instabilità con piogge sparse e possibili temporali, al più moderati, su BD, bassa probabilità di temporali forti su CE con possibili allagamenti localizzati e danni puntuali per isolate raffiche di vento o trombe d’aria, grandine e fulmini, piccoli smottamenti. La Protezione Civile ricorda di osservare le opportune norme di autoprotezione. Venti forti da SW su ABC con raffiche fino a burrasca (60-70 km/h). Mare molto mosso in rapido aumento fino ad

agitato per onda di libeccio, con mareggiate localmente intense, in serata, su C.

DOMANI: Il transito di una saccatura in quota determina un aumento dell’instabilità con piogge e rovesci e una bassa probabilità di temporali forti su CE con possibili allagamenti localizzati e danni puntuali per isolate raffiche di vento o trombe d’aria, grandine e fulmini, piccoli smottamenti; la Protezione Civile ricorda di osservare le opportune norme di autoprotezione. Fenomeni in esaurimento dal pomeriggio. Al mattino venti forti meridionali su C in attenuazione. Mare agitato su C, con mareggiate di libeccio, in calo a molto mosso.

GIOVEDI’ 7: L’approssimarsi di una nuova saccatura atlantica favorisce, dal pomeriggio, piogge diffuse con cumulate fino a significative su BCE e una bassa probabilità di temporali forti su BCE con possibili allagamenti localizzati e danni puntuali per isolate raffiche di vento o trombe d’aria, grandine e fulmini, piccoli smottamenti; la Protezione Civile ricorda di osservare le opportune norme di autoprotezione. Venti forti meridionali su BC (40-50 km/h). Mare localmente agitato su C per onda da SW.