Home Cultura Cultura Savona

Ad Albenga la Politi ha presentato il suo libro sullo Yoga

La scrittrice genovese lo ha presentato nella Sala Conferenze della Clinica San Michele

0
CONDIVIDI
La copertina del volume

SAVONA. 18 DIC.  La scrittrice genovese Margherita Politi ha presentato con successo nella “Città delle Torri” il suo ultimo libro, intitolato “Immergersi nel flusso dello yoga”. La presentazione è avvenuta nella Sala convegni della Clinica San Michele della benemerita famiglia Nante che è sempre disponibile  ad accogliere iniziative culturali e di volontariato che possano dare lustro alla città turrita.

Nel volume, con linguaggio chiaro, la scrittrice descrive il sentiero dello yoga, dai primi passi sino a tecniche avanzate quali quelle di Laya e di Dhyana Yoga inducendo la curiosità nel lettore, addentrandosi nel flusso dello Yoga attraverso il proprio percorso esperienziale di 35 anni di pratica. Durante la presentazione la Politi, molto emozionata nel rivedere presenti tanti cari amici, ha raccontato il suo incontro con lo Yoga avvenuto proprio ad Albenga nella palestra della Lene, primo maestro fu Giorgio Pizzo. Poi ha raccontato il suo viaggio lunghissimo, e che non finirà mai, in questa disciplina nella quale lei stessa è ora divenuta maestra.

Marchigiana di nascita (è nata a Jesi), ma genovese d’adozione, la Politi è Laureata in Architettura. Ex docente, nel suo precedente  e coraggioso saggio “A scuola non si respira più” ha affrontato le tante problematiche e sfide pedagogiche legate al mondo della scuola spiegando le variegate cause che hanno portato il nostro sistema scolastico, sino a pochi anni fa alla pari con altri Paesi Europei, al penultimo posto nell’Unione.

Anche in questo volune l’autrice adotta la stessa metodologia con l’obiettivo di esaminare e chiarire il complesso mondo che ruota intorno allo yoga.

“Il libro è nato da una lunga ricerca – ha spiegato la Politi- e dopo un lungo lavoro, soprattutto di selezione, per cercare di arrivare ad una sintesi che non fosse troppo riduttiva e che consentisse di offrire una generale visione dello Yoga oggi. Il libro ha lo scopo di condurre il lettore nell’affascinante percorso yogico integrale, per arginarlo dalla commercializzazione in atto nei Paesi occidentali. Con questo saggio spero di aiutare il lettore ad addentrarsi all’interno di questa antica disciplina. Nel libro si incontrano anche alcuni passi tratti dai testi sacri dello Yoga per indirizzare non soltanto coloro che desiderano approfondirla e sperimentarla più in profondità, ma anche  coloro che in un tempo relativamente breve desiderano farla diventare una vera esperienza di vita”.

Insomma si tratta di un libro per tutti, in quanto possiede non solo una forte valenza culturale, ma anche una notevole componente divulgativa.

A conclusione della presentazione nella quale volume ed autrice sono stati introdotti dal professor Riccardo Aicardi (molto conosciuto ad Albenga e in Liguria, filosofo ed anch’egli praticante di meditazione) che ha così sintetizzato il valido lavoro della scrittrice: “ Il merito maggiore di Margherita- ha detto Aicardi- è stato quello di presentarci con precisione e chiarezza una bella e suggestiva metafora dello Yoga: quella di un magnifico albero, al quale l’autrice ha saputo, con saggezza e passione, tagliare, potare, sfrangiare la chioma per arrivare a descrivere soltanto quelle parti più significative e maggiormente in armonia con la sua visione di questa complessa, plurimillenaria ed affascinante disciplina”.

CLAUDIO ALMANZI