Home Consumatori Consumatori Imperia

A Triora Mabon e Fungo nel Borgo

0
CONDIVIDI
Triora Mabon 21 e 22 settembre 2019

Triora Mabon, manifestazione in tema medievale

Il filo conduttore della programmazione proposta è quello del calendario lunare.
È un tipo di calendario che precede quelli solari a cui siamo abituati da secoli. È un calendario che riporta all’Uomo quando era cacciatore, raccoglitore, pastore. Un uomo che vive in completo connubio con la natura.

Il territorio di Triora è un territorio molto ampio, che va dai margini dell’ambito mediterraneo fino alle Alpi liguri. Un territorio che è stato abitato in modo diverso nel tempo e che vuole ritornare protagonista con questa dimensione di evento che è il suo calendario, un calendario ancestrale. Perché a Triora la vita è ancora – e sempre sarà – a misura naturale.
Triora è un abitato, ma anche uno spazio articolato con un ampio territorio e ormai un modo di vivere e di affrontare una Liguria diversa, inattesa, emozionale.

L’anno è diviso in due sezioni: arco ascendente ed arco discendente. La buona e la cattiva stagione.

MABON 21-22 SETTEMBRE

Mabon è il “sempre giovane” figlio di Modron, “la madre”.
Signore della caccia, dà il nome alla festività arcaica dell’equinozio di autunno.
Punto di equilibrio tra luce e oscurità. Conclusione con il secondo raccolto delle intense attività primaverili ed estive.

Si entra in un momento molto importante per la vita dei nostri antenati, che in Liguria occidentale, spesso, si chiamano “gli antichi”. In alcuni luoghi hanno fama di essere stati invincibili e fortissimi. Se non altro perché hanno domato, con pochi mezzi, un territorio ostile, fatto di pietra, di pendenze eccessive, di terra avara.

Mabon è protettore della caccia vissuta come necessità, memoria del tempo. È autunno, una bella stagione, ormai. È il momento del racconto, del ricordo delle avventure e dei lavori estivi, ma anche della caccia avvenuta in altura, nei boschi impenetrabili. De bicchiere di vino rosso, stretti attorno ad un tavolo, la sera. Della serenità di una buona birra, memoria dei cereali fermentati o dell’idromele dei Liguri del passato arcaico.
Si fa sera. Si avvicina la notte più oscura dell’anno, Samain. La si conosce bene ormai, non ci fa più paura.

Programma

SABATO 21 SETTEMBRE
– Mercatino medioevale
– “Accampamento ludico didattico ” a cura del “Gruppo Storico La Medioevale”
Si potrà visitare le tende, toccare i materiali e rivivere gli usi e costumi della vita quotidiana medioevale come essere in un museo interattivo.
Armi e armature – la cucina – il fuoco – i giochi – la tessitura – lo scriptorium – il mercante – la forgia – il tabernacolo. Per l’occasione verra fatto provare il trabucco, antica catapulta realizzata come copia fedele a quelle in uso nel medioevo.

Workshop e laboratori bimbi
nella piazza Tommaso Reggio musiche e danze con le contaminazioni etniche dei TRIBAUTA
Marta Laveneziana interpreterà con intensa ispirazione il rituale del Mabon, e ci condurrà nella propiziatoria danza della Spirale
Il finale lascerà spazio alla condivisione, protagonista sarà uno dei frutti del secondo raccolto: la castagna, una delle tre bocche da cui trae origine il nome di Triora.

DOMENICA 22 SETTEMBRE
Mercatino medioevale
“Accampamento ludico didattico ” a cura del “Gruppo Storico La Medioevale”
Si potrà visitare le tende, toccare i materiali e rivivere gli usi e costumi della vita quotidiana medioevale come essere in un museo interattivo.

Armi e armature – la cucina – il fuoco – i giochi – la tessitura – lo scriptorium – il mercante – la forgia – il tabernacolo. Per l’occasione verra fatto provare il trabucco, antica catapulta realizzata come copia fedele a quelle in uso nel medioevo.

Workshop e laboratori bimbi
ore 11,00 circa visita guidata per le vie del borgo con la guida Raffaella Asdente.
da piazza Tommaso Reggio partenza del tradizionale “Cammino selvatico”. Un personaggio reale che incarna il fantastico – Jack in The Green – ci condurrà all’“Albero con un solo Occhio” per recare un’offerta, ricevere un dono e tentare di carpire il segreto del bosco, accompagnato da sonorità musicali di Elena Mazzullo e della sua Arpa.
Condivisione con cottura castagne

DOMENICA 29 SETTEMBRE LA TRADIZIONALE MANIFESTAZIONE “FUNGO NEL BORGO.

Fungo nel Borgo-Triora 29 settembre 2019

Fungo nel Borgo, organizzata dall’Associazione LiberArteFamkorè in collaborazione con i commercianti del paese e con il patrocinio del Comune di Triora.

Un evento itinerante che inizierà la mattina con l’allestimento del mercatino artigianale.

Alle ore 11:00 partirà la visita guidata nel centro storio per scoprirne la bellezza e la storia di Triora con la guida Raffaella Asdente

Poi largo alla gastronomia, gli esercenti nelle piazze prepareranno piatti a base di funghi.

Il pranzo e il pomeriggio saranno allietati dai gruppi musicali dal vivo che si esibiranno negli angoli del borgo. Lungo il viale vi saranno laboratori creativi per la famiglia.

Ad accompagnare il pomeriggio la spumeggiante e simpaticissima musica della Prisma Band.

Un appuntamento imperdibile che chiude le rassegne gastronomiche estive. Un occasione per visitare il Paese delle Streghe, gustare un buon piatto, durante una giornata di inizio autunno con temperature ancora estive.