Home Politica Politica Genova

Toti: Regioni non vogliono trenini e balli ai veglioni, ma riaprire i ristoranti la sera

0
CONDIVIDI
Giovanni Toti (foto d'archivio)

“La linea delle Regioni uscira’ da una riunione convocata oggi pomeriggio in vista del confronto con il Governo che s’iniziera’ domani mattina. Le Regioni esprimono una posizione di gran buonsenso, come hanno fatto fino a oggi. Nessuno vuole regioni che si aprano, gente che fa i trenini e che balla ai veglioni”.

Lo ha dichiarato stamane il governatore ligure Giovanni Toti, che è anche vicepresidente della Conferenza delle Regioni, durante la trasmissione televisiva “Coffee Break” su La7.

“Semplicemente – ha aggiunto Toti – chiediamo al Governo di tenere conto della situazione dei singoli territori e di darci regole per un Natale che non e’ un periodo normale. Vale molto per i riti religiosi, socialmente per le famiglie che riuniscono, vale moltissimo economicamente.

Nessuno chiede di andare allo sbaraglio, ma di valutare tutti i problemi che abbiamo di fronte, quelli sanitari e quelli economici.

Non abbiamo reticenze a stabilire regole, ma crediamo che si possano tenere presenti tutte le esigenze di questo momento delicato.

Dobbiamo stare molto attenti ai riti di Natale. Certe code e certi assembramenti sono, forse, piu’ pericolosi di altre cose che vietiamo o limitiamo, come i ristoranti”.