Home Cronaca Cronaca Genova

Tigullio, scuola per l’infanzia chiusa da GdF: mensa sprovvista di autorizzazione Asl

0
CONDIVIDI
Guardia di Finanza (foto di repertorio)

Lavoratori in nero, evasione fiscale e mensa per i bimbi sprovvista della necessaria autorizzazione igienico-sanitarie dell’Asl e di quella del Comune per la preparazione degli alimenti.

Con queste accuse gli investigatori della Guardia di Finanza nei giorni scorsi hanno chiuso una scuola per l’infanzia nel Tigullio.

Oltre all’ordinanza di immediata cessazione dell’attività, il titolare è stato sanzionato con 30mila euro di multa, oltre alla diffida a versare i contributi dovuti ai dipendenti.

Secondo i finanzieri, nove lavoratici svolgevano l’attività nella scuola ma venivano pagate in nero. Altre cinque erano state assunte per brevi periodi o impiegate con cumuli orari ben superiori a quelli specificati nel contratto.

L’attività, formalmente un’associazione no profit, sarebbe invece stata a scopo di lucro con ricavi accertati dalla GdF e quindi una presunta evasione fiscale di circa 200mila euro.

La GdF non ha riferito il nome, né il luogo della scuola per l’infanzia, ma secondo alcune indiscrezioni si troverebbe a Lavagna.