Home Spettacolo Spettacolo Genova

Spirit still remains al Teatro nazionale di Genova

0
CONDIVIDI
Spirit still remains al Teatro nazionale di Genova
Spirit still remains al Teatro nazionale di Genova

Spirit still remains al Teatro nazionale di Genova, Waclaw Zimpel ha contribuito maggiormente a elevare la musica elettronica

Spirit still remains al Teatro nazionale di Genova, arte performativa nel ventunesimo secolo: Shackleton che, insieme a Waclaw Zimpel, è protagonista del penultimo appuntamento con “Performing Timeless” di Electropark

Concerti, dj set e rappresentazioni artistiche di teatro, danza e circo, arricchite da installazioni di arte pubblica e arte visiva. Dopo il “Grand Opening” di giugno e “Fish&Djs” di luglio prosegue “Performing Timeless”, seconda e multidisciplinare parte della stagione 2021 di Electropark, festival di musica elettronica e arti performative di Genova. Lunedì 29 novembre (ore 20.30) al Teatro Gustavo Modena del Teatro Nazionale di Genova (piazza Gustavo Modena 3) va in scena l’anteprima italiana di “The Spirit Still Remains” di Shackleton & Zimpel.

Shackleton e Zimpel tornano a collaborare dopo il successo del primo lavoro a quattro mani “Primal Forms”, presentando in anteprima italiana per Electropark il nuovo show “The Spirit Still Remains” dopo la première mondiale dello scorso ottobre all’Unsound Festival di Cracovia «È un onore poter riportare in Italia Shackleton – spiega Alessandro Mazzone di Forevergreen.fm, direttore di Electropark – uno degli artisti che ha contribuito maggiormente nel ventunesimo secolo a elevare la musica elettronica come arte performativa. Per Electropark presenta in anteprima nazionale il suo nuovo lavoro insieme a Waclaw Zimpel: uno spettacolo che esplora trascendenza, amore e morte, raccontate con alto clarinetto, strumenti elettronici e voci».

Sam Shackleton è un prolifico produttore britannico di musica elettronica che nel corso della sua carriera si è avvicinato a diversi stili musicali come dubstep, techno e ambient music, mentre Waclaw Zimpel è un talentuoso polistrumentista, compositore e produttore polacco ispirato dal minimalismo e da sonorità tipicamente jazz mescolate all’elettronica.

Il calendario di “Performing Timeless” si conclude domenica 26 dicembre (ore 22). Unico festival multidisciplinare a prevalenza musicale in Liguria riconosciuto dal Fondo Unico dello Spettacolo del Ministero della Cultura, Electropark in “Performing Timeless” mette in campo, tra settembre e dicembre 2021, un caleidoscopio di artisti nazionali e internazionali. «Il progetto – aggiunge Mazzone – è quello di favorire scambi tra artisti di discipline diverse ma complementari.

Da settembre a fine anno abbiamo visto e vedremo in diversi luoghi della città sia artisti di calibro mondiale come Shackleton, Dasha Rush e Martin Palisse, sia artisti giovani e italiani come Alek Hidell, Laura Agnusdei ed Erika Grillo. Più della metà di loro sono under 35 presenti con nuove produzioni: una scelta fatta per promuovere la ricerca di giovani talenti nazionali in ambito musicale, artistico, teatrale e performativo».

“PERFORMING TIMELESS”: UN FESTIVAL MULTIDISCIPLINARE

Il tema dell’edizione 2021 di Electropark è “Timeless”. “Performing Timeless”, seconda parte della stagione 2021, si sviluppa su diversi ambiti artistici: musica, teatro e danza e circo. Diciannove spettacoli, due anteprime assolute, tre anteprime italiane, dieci nuove produzioni e dieci produzioni under 35, con 39 artisti in cartellone provenienti da Italia, Germania, Francia, Inghilterra e Polonia. «Sono due le parole chiave di “Performing Timeless”: multidisciplinare e internazionale.

«Seguendo queste strade – racconta Alessandro Mazzone di Forevergreen.fm, direttore di Electropark – abbiamo creato una programmazione ampia e di primo livello che contamina la musica elettronica con altri generi e contesti artistici come teatro, circo, danza e arte contemporanea». Un palinsesto di eventi corposo e ambizioso, riconosciuto e valorizzato ulteriormente dall’entrata nel Fondo Unico dello Spettacolo promosso dal Ministero della Cultura.

«Il calendario di Electropark certifica un’estate di eventi che prosegue e sconfina in un autunno che porta la musica elettronica a contaminarsi con teatro, danza e circo – dichiara l’assessore alla Cultura e agli Spettacoli di Regione Liguria Ilaria Cavo – e lo fa intrecciandosi con il territorio scegliendo luoghi come il mercato dei pescatori in Darsena, l’Isola delle Chiatte al Porto Antico e Palazzo Ducale: dimensioni che hanno al tempo stesso un valore artistico e culturale.

La scelta nei 19 spettacoli di dare ampio spazio agli artisti under 35 valorizza un panorama musicale giovanile sempre in fermento e l’inserimento della manifestazione all’interno del Fus conferma la multidisciplinarietà di un evento che Regione sostiene».

Dopo gli ottimi risultati del “Grand Opening” di giugno, Electropark in “Performing Timeless” porta avanti con convinzione il concetto di festival diffuso, con spettacoli organizzati in diversi luoghi sia in spazi pubblici, sia nei principali palcoscenici dei teatri cittadini. «Un festival di musica elettronica e arti performative, internazionale e multidisciplinare, che quest’anno compie 10 anni.

Si apre Performing Timeless, seconda parte di Electropark 2021, unico evento nel suo genere in Liguria ad essere accreditato dal Fondo Unico dello Spettacolo – spiega l’assessore alle Politiche culturali del Comune di Genova Barbara Grosso – Electropark non è solo un mix di musica dal vivo e di arte declinata in diverse forme, ma è anche un esempio di rigenerazione urbana in dialogo costante tra musica, arte, cultura e sostenibilità ambientale, che coinvolge diversi luoghi cittadini lanciando un ponte immaginario in grado di mettere in relazione il patrimonio artistico con l’offerta culturale».

LUOGHI, SOSTENIBILITÀ, INCLUSIONE E PARITÀ DI GENERE

Tratto distintivo di Electropark è la scelta di luoghi “inediti” o particolarmente rappresentativi del patrimonio artistico e culturale. “Performing Timeless” si svolgerà dal 10 settembre a fine 2021 tra 8 luoghi: il Mercato dei Pescatori della Darsena, la Torre Grimaldina di Palazzo Ducale, l’Isola delle Chiatte al Porto Antico, i teatri Ivo Chiesa e Gustavo Modena e la sala Mercato del Teatro Nazionale di Genova e le sale Trionfo e Campana del Teatro della Tosse. Forevergreen.fm attraverso Electropark è da sempre attento alle tematiche ambientali e, nel 2021, si sono moltiplicate le attività a riguardo per rafforzare l’adozione di comportamenti in linea con l’Agenda2030 dell’Onu su temi climatici, sull’acqua, sulla mobilità sostenibile e sulla sensibilizzazione del pubblico su questi argomenti, nell’ottica di rendere la città una comunità sostenibile. Electropark collabora inoltre con Worldrise, portando avanti un impegno pluriennale con l’obiettivo di diventare un festival plastic free. Inoltre, il palinsesto di Electropark 2021 è stato costruito per garantire pari rappresentanza di genere. A questo proposito, Electropark ha aderito a KeyChange, network globale supportato da Creative Europe che lavora per raggiungere la piena parità di genere nell’industria musicale.

Electropark è un progetto di Forevergreen.fm, impresa culturale creativa attiva nel settore dello spettacolo dal vivo nel comparto della musica e della cultura contemporanea. È realizzato con il sostegno del Ministero della Cultura, della Fondazione Compagnia di San Paolo, di Regione Liguria e del Comune di Genova nell’ambito del bando Genova Città dei Festival e del Goethe-Institut Genua. È sviluppato in collaborazione con Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, Teatro Nazionale di Genova, Teatro della Tosse, Fondazione G. Feltrinelli, Coldiretti Pesca Liguria, Mu.MA, Associazione Promotori del Mare, Suq Festival Teatro, Associazione Sarabanda, Associazione Officine Papage, Cooperativa il Ce.STO, Cooperativa Solidarietà e Lavoro, Dice, rete SMG Sistema Musica Genova, rete Open Vicoli ed altri enti e associazioni. Electropark 2021 è sostenuto da Fondazione Cesvi in collaborazione con La Musica Che Gira e Music Innovation Hub nell’ambito del bando Scena Unita – per i lavoratori della Musica e dello Spettacolo, fondo privato gestito da Fondazione Cesvi – organizzazione umanitaria italiana laica e indipendente, fondata a Bergamo nel 1985 – in collaborazione con La Musica Che Gira e Music Innovation Hub. Electropark è parte della rete di Performing +, progetto di Fondazione Compagnia di San Paolo e Fondazione Piemonte dal Vivo in collaborazione con Osservatorio Culturale del Piemonte per il rafforzamento delle competenze – in ottica di sviluppo sostenibile – di una comunità di enti di spettacolo dal vivo operanti in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.